Aston Martin entra in Formula 1, è ufficiale

Il marchio inglese, a partire dal campionato del 2021, darà il proprio nome al team di Lawrence Stroll

A partire dal campionato 2021, l’Aston Martin avrà un suo team nel mondiale di Formula 1. La notizia circolava ormai da diverse settimane, ma adesso è arrivata l’ufficialità. A dare l’annuncio è stata la Racing Point del miliardario canadese Lawrence Stroll.

L’ingresso in Formula 1, infatti, è il frutto dell’accordo tra l’Aston Martin e Stroll, proprietario della scuderia con sede a Silverstone che ha cambiato nome durante la scorsa stagione, diventando Racing Point F1 Team al posto di Force India. “Il ritorno di Aston Martin in Formula 1 è confermato – si legge sul comunicato ufficiale di BWT Racing Formula One Team – la stagione 2021 vedrà uno dei più grandi marchi automobilistici tornare in pista come team del campionato di Formula 1″.

All’annuncio hanno fatto seguito le parole di Lawrence Stroll che si è detto entusiasta di questo grande accordo con Aston Martin: “Si tratta di uno degli accordi più avvincenti nel quale sia mai stato coinvolto – ha dichiarato Stroll – le auto sono da sempre la mia passione e in particolar modo quelle della Aston Martin hanno avuto da sempre un posto speciale nel mio cuore. Dovremo essere competitivi fin da subito, il ragazzi del team meritano l’opportunità di rappresentare un marchio leggendario“.

Per l’Aston Martin si tratta di un ritorno in Formula 1. L’azienda britannica ha disputato cinque Gran Premi tra il Mondiale del 1959 e quello del 1960, con la Dbr4 guidata da Roy Salvadori e Carroll Shelby, senza però raggiungere grandi successi. Più ricca di soddisfazioni la partecipazione a corse di durata, su tutte la 24 ore di Le Mans, dove è stata la regina nel 1959.

Con l’attuale campionato di F1 fermo a causa del Coronavirus, il mondo del ‘Circus’ viene movimentato dalla notizia del ritorno di Aston Martin. Il marchio britannico darà il suo nome alla scuderia di Stroll che continuerà a mantenere il motore Mercedes e la sede a Silverstone, in Gran Bretagna. I piani di Stroll sono molto ambiziosi: il miliardario canadese punta a dare fastidio ai team più blasonati della Formula 1, già a partire dalla prossima stagione. Nel corso delle ultime settimane, sono circolate voci relative al possibile approdo di Toto Wolff come CEO della futura scuderia Aston Martin.

Notizie smentite dallo stesso Wolff che oltre ad essere il team principal di Mercedes, è anche azionista della Casa tedesca: “Questi rumors non hanno alcun fondo di verità – ha spiegato Wolff – sono in Mercedes ormai da otto anni e mi trovo bene insieme alle persone con cui lavoro”.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MOTORI Aston Martin entra in Formula 1, è ufficiale