Assicurazione auto: ecco come pagarla a rate e con quale interesse

Si diffondono a macchia d'olio le Assicurazioni che consentono la dilazione della polizza. Vi spieghiamo come e perché

L’auto è un peso sempre più gravoso: basti dire che, in 20 anni, le spese per mantenerla sono raddoppiate. A picchiare durissimo, è l’assicurazione obbligatoria Rca, odiata dalla maggior parte degli automobilisti, perché vista come l’ennesima tassa.

Dal 1994, le Rca sono lievitate del 200% circa, secondo le associazioni dei consumatori. Perfino i guidatori virtuosi, quelli che non causano mai incidenti, sono tartassati, specie in province del Sud come Napoli e Caserta. E allora, se non si tira fine mese perché ci sono anche problemi di lavoro, la soluzione è pagare la Rca a rate.

Sia chiaro, alla fine è una soluzione intelligente quella di rateizzare la Rca. Mai e poi mai, per nessuna ragione al mondo, potete circolare con un’auto senza Rca. Al massimo, questo è legale, la macchina va lasciata chiusa in box senza polizza assicurativa. Quindi, piuttosto che andare in giro senza polizza, versarla un po’ alla volta è una scelta giusta. Purché si sia consapevoli di quanto si va a firmare.

E comunque, la sempre maggiore diffusione delle Rca a rate è la prova della disperazione in cui versano molti automobilisti: o perché la tariffa è salatissima, o perché il lavoro scarseggia e si fa fatica a pagare.

Primo caso: le Compagnie permettono la dilazione della polizza fino a quattro “fette di torta”, ossia fino al versamento trimestrale. Si va da un interesse del 2% fino a un interesse del 5%, generalmente per la suddivisione più lunga della Rca. Secondo caso: c’è un vero e proprio finanziamento, per cui vi chiederanno garanzie come la busta paga. E si arriva a 12 rate, una per mese, con tassi molto variabili.

Talvolta, zero per cento, ma si schizza anche al 10%. Quest’ultima è un’opzione da valutare: ribadiamo che è meglio pagare col 10% d’interesse anziché viaggiare senza Rca; l’importante è sapere che l’esborso finale – a rate – sarà superiore a quello iniziale che comprende tutta la tariffa in una volta.

Sarete sempre coperti, col finanziamento, perché la Rca viene pagata dalla finanziaria alla Compagnia, e a voi spetta solo il versamento mensile: come qualsiasi tipo di finanziamento, saltando più rate senza allinearvi ai pagamenti, rischiate di finire nella lista nera dei cattivi pagatori. E di avere poi difficoltà, per qualche tempo, a ottenere altri prestiti d’altro genere in futuro.

(a cura di OmniAuto.it)

Fonte: Ufficio Stampa

MOTORI Assicurazione auto: ecco come pagarla a rate e con quale interess...