Arriva il seggiolino gonfiabile in 40 secondi. E che sta nello zaino

Prodotto dalla Volvo, è realizzato in un materiale sviluppato a livello militare

Come ben sanno i genitori, muoversi con i bambini piccoli spesso è difficoltoso, anche e soprattutto quando ci si ritrova ad effettuare viaggi in macchina. Adesso arriva però una bella notizia per i papà e mamme indaffarati a montare e smontare seggiolini dalle auto: la Volvo ha infatti creato un seggiolino gonfiabile che, una volta svuotato dall’aria, sta comodamente in uno zaino di medie dimensioni.
 
Il seggiolino, progettato al Monitoring & Concept Center di Volvo a Los Angeles, ha dimensioni di 45x50x20 cm, pesa meno di cinque chili (la metà di uno standard), ha un sistema a pompa (interna) che permette di gonfiarlo e sgonfiarlo in meno di 40 secondi ed è dotato di una connessione online continua tramite Bluetooth con relativa app multifunzione, compresa quella di gonfiarlo a distanza.
 
Innovativo anche il materiale utilizzato, il "drop stitch", un tessuto molto resistente quando gonfiato, visto che può essere portato ad elevati livelli di pressione interna. Non a caso si tratta di una tecnologia utilizzata solitamente nel settore nautico dopo essere stata sviluppata originariamente in ambito militare con l’obbiettivo di realizzare aeroplani gonfiabili.
 
"Per me la sicurezza dei bambini viene sempre al primo posto e quando vivevamo all’estero, con due bambini piccoli che a mala pena camminavano, dovevamo trascinarci dietro ingombranti seggiolini – spiega Lawrence Abele, progettista del nuovo seggiolino e padre di due bambini –  Per molte persone viaggiare con dei bambini piccoli è una vera e propria sfida e qualunque contributo si possa dare per semplificare la vita dei genitori è sicuramente apprezzato".
 
Questo seggiolino risulta sicuro come un suo alter ego rigido, è utile quindi soprattutto nelle situazioni in cui sarebbe scomodo portarsene dietro uno di tipo differente come quando si viaggia sui taxi, auto a noleggio o autobus e va montato in senso contrario al senso di marcia.
 
"Sarebbe meglio per tutti poter viaggiare seduti in direzione opposta al senso di marcia, ma visto come sono progettate oggi le automobili questo non è possibile. I bambini più piccoli, tuttavia, possono e dovrebbero viaggiare col viso rivolto verso il posteriore dell’auto il più a lungo possibile – ha aggiunto – L’obiettivo primario era quello di realizzare un seggiolino per bambini che fosse tanto sicuro quanto quelli attualmente sul mercato, se non addirittura di più, ma al secondo posto c’è anche il desiderio di offrire a tutti, inclusi i bambini, l’opportunità di entrare ogni giorno in contatto con un’opera di grande design e progettazione."
 
Unica pecca: il seggiolino è per ora solo un prototipo e non ne è stata ancora pianificata la produzione e commercializzazione in serie. Difficile, peraltro, che un’idea così brillante non trovi un seguito…

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MOTORI Arriva il seggiolino gonfiabile in 40 secondi. E che sta nello zaino