In arrivo il primo SUV marchiato Corvette

A poco più di una settimana dalla presentazione della Corvette C8, dagli USA arrivano voci di un cambio di rotta imminente

È passata poco più di una settimana dalla sua prima apparizione e già rischia di essere messa in ombra dalla concorrenza interna.

La Corvette C8 Stingray è il nome scelto da Chevrolet per l’ottava generazione della sua supercar. Un modello rivoluzionario, il primo in cinquanta anni di storia a montare un motore in posizione centrale anziché anteriore, così da fornire maggiore stabilità e uno stile di guida più aggressivo. Nonostante il grande salto in avanti (o all’indietro, vista la nuova posizione del motore), la sportiva rischia di passare subito in secondo piano.

E, come accennato inizialmente, per una sempre più forte concorrenza interna. Secondo alcune voci che arrivano dagli Stati Uniti, infatti, Chevrolet vorrebbe puntare con forza – e monetizzare, in qualche maniera – sul marchio Corvette rendendolo indipendente. Il brand statunitense, dunque, verrebbe utilizzato non solo per le iconiche auto sportive in grado di battere record di velocità a ripetizione, ma anche su altri modelli e tipologie.

Chevrolet Corvette, presentata la prima auto a motore centrale

Diversi gli indizi che fanno propendere verso questa ipotesi. Oltre alle voci statunitensi – provenienti da fonti interne al costruttore, pare – ci sono anche informazioni ufficiali rilasciate nel corso della presentazione della nuova Corvette C8. I tecnici, infatti, hanno specificato che l’auto è stata realizzata su piattaforma Global B pensata per “ospitare” diversi tipi di veicoli. Insomma, nel realizzare la nuova sportiva, gli ingegneri e progettisti hanno tenuto conto del fatto che, probabilmente, a breve potrebbero arrivare altre auto a marchio Corvette. E non necessariamente delle supercar.

Secondo le indiscrezioni, infatti, Chevrolet potrebbe ben presto presentare un SUV Corvette, con linee e caratteristiche tecniche che ricordano molto da vicino quelle della Stingray presentata a metà luglio. Ma questo sarebbe solamente il primo passo di un lungo cammino. Dopo lo Sport Utility Vagon, infatti, potrebbero arrivare anche delle berline e altri modelli in fase di studio nelle segrete stanze Chevrolet.

Per quanto i puristi potrebbero storcere il naso, secondo diversi analisti, la mossa è più che sensata sia da un punto di vista strategico sia da un punto di vista economico. Corvette, infatti, si trova a fronteggiare competitor che hanno già deciso di percorrere questa strada, affiancando alle classiche sportive anche SUV e altri modelli. Qualche esempio? Si pensi ai vari Bentley, Rolls Royce e Maserati già sul mercato, o quello Ferrari che dovrebbe essere ormai in via d’uscita.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MOTORI In arrivo il primo SUV marchiato Corvette