Amphicar 770, l’auto anfibia perfetta per surfare. Foto

Anche la Lotus di 007 e la svizzera sQuba tentarono di dominare terra e mare , l'Amphicar ci riuscì

La più famosa auto anfibia resta la Lotus Esprit guidata da James Bond nel film del 1977 "La spia che mi amava" con Roger Moore e venduta all’asta pochi mesi fa per 650.000 euro.

La compagnia chiamata ad adattarla per questo suo particolare compito volle 100.000 dollari e tutt’ora il mezzo e’ perfettamente funzionante; l’erede della Lotus di 007, in anni recenti, e’ la sQuba, prodotta dalla società svizzera Rinspeed, il cui prototipo e’ costato ben 1.5 milioni di euro.

Da oltre cent’anni ingegneri ed inventori di ogni sorta cercano di realizzare un’automobile anfibia, ovvero in grado di viaggiare su terra e su acqua, che possa insomma risultare quasi inarrestabile.

Il sogno carezzato da molti è però diventato realtà in pochi casi, come visto, e uno dei pochi meglio riusciti sembra essere quello della Amphicar, progettata dal tedesco Hanns Trippel e prodotta in Germania dal Gruppo Quandt fra il 1961 e il 1968.

L’Amphicar 770, prodotta in oltre 4.000 esemplari ed esposta anche ad Auto e Moto d’Epoca 2013, è una cabriolet due porte e quattro posti con carrozzeria galleggiante a tenuta stagna e motore posteriore che aziona a scelta le ruote o un paio di eliche sommergibili.

Nei favolosi Anni ‘60 la nuova frontiera dell’automobile è stata rappresentata proprio dalla teutonica Amphicar che prometteva la massima libertà di movimento, soprattutto per coloro che volevano farsi notare arrivando in auto via mare nelle località balneari più in voga del tempo.

Peccato solo che l’Amphicar non amasse molto le spiagge particolarmente sabbiose dato che tendeva ad insabbiarsi per preferire, invece, le più comode discese a mare in cemento utilizzate per gommoni e piccoli natanti su carrello.

Una piccola curiosità. Il 16 settembre 1962 quattro inglesi su due veicoli stabilirono un record attraversando La Manica da Dover a Calais in 7 ore e 20 minuti.

Oggi si tratta di un vero e proprio veicolo da collezione che, se perfettamente restaurato, può anche valere fino a 50.000 euro, se pensate che solo una nuova trasmissione ne vale quasi 15.000.

(a cura di OmniAuto.it)

 

Fonte: Ufficio Stampa

MOTORI Amphicar 770, l’auto anfibia perfetta per surfare. Foto