Alfa Romeo Giulia e Stelvio Nürburgring, nuovi modelli da record

Sotto i riflettori allo stand Alfa Romeo del Salone di Ginevra le edizioni limitate Nürburgring della Giulia e della Stelvio.

Giulia e Stelvio Nürburgring tra le protagoniste della casa del biscione presenti al Salone di Ginevra dal prossimo 8 marzo; sono edizione limitata e saranno prodotte in 108 unità, perché 108 sono gli anni di vita del marchio. Motore 2.9 V6 Bi-Turbo da 510 Cv e 600 Nm di coppia, scaricati a terra dalle ruote posteriori su Giulia e dalle quattro ruote motrici su Stelvio; il cambio utilizza un convertitore di coppia a 8 rapporti.

Livrea grigio circuito, scudetto anteriore in fibra di carbonio, inserti sulle minigonne, tetto in carbonio a vista per i due modelli in edizione limitata.

Anche la plancia è rivestita in carbonio. Dotazione top di gamma: sedili sportivi Sparco con cuciture rosse e guscio in carbonio, pomello del cambio con inserti in carbonio firmati Mopar, tappetini con logo rosso. Inserti in carbonio anche per le calotte degli specchi retrovisori e per il volante, in pelle e alcantara.

La sicurezza della vettura è migliorata con l’aggiunta dei freni carbo-ceramici e del controllo automatico della velocità di crociera. Impianto hi-fi Harman Kardon abbinato al sistema di infotainment con schermo da 8,8 pollici, dotato di Apple CarPlay e Android Auto. Ma non è tutto: cristalli privacy e Adaptive Cruise Control.

Giulia super sportiva con minigonne, spoiler anteriore e cerchi in lega bruniti, a 5 fori, da 19’’. Cielo vettura nero, plancia rivestita in pelle con inserti in carbonio, sedili in pelle e alcantara con cuciture nere e dettagli in carbonio.

Pack Performance nuovo per la Stelvio: sospensioni attive Alfa Active Suspension, differenziale posteriore meccanico autobloccante e palette cambio realizzate in alluminio. Disponibile anche un nuovo rivestimento in pelle per plancia e pannelli porta.

Ci incuriosisce la dedica al Nürburgring, il famoso complesso di circuiti per competizioni automobilistiche e motociclistiche in Germania, attorno al Castello di Nürburg. Il costruttore ha spiegato questa scelta di celebrare i primati ottenuti sulla pista situata nel cuore della Foresta Nera, attribuendo ad Alfa Romeo le più grandi vittorie nei circuiti tedeschi, a partire dagli Anni Trenta con Nuvolari che vinse il Gran Premio di Germania nel 1932 e nel 1935. Nel 1966 la Giulia Sprint GTA fu la prima turismo a girare al Ring con un tempo inferiore ai 10 minuti; il 1975 segnò il trionfo di Merzario sempre in terra tedesca, prima di vincere il Campionato Mondiale Marche. Infine, Larini nel 1993 vinse entrambe le manches del Campionato DTM, che presenta il suo appuntamento più prestigioso proprio a Nürburgring.

Alfa Romeo Giulia e Stelvio Nurburgring, nuovi modelli da record

MOTORI Alfa Romeo Giulia e Stelvio Nürburgring, nuovi modelli da record