Alfa Romeo Giulia, in un render l’ammiraglia del futuro

Le immagini svelano come sarà il restyling del modello della Casa di Arese

Nel 2020, oltre a Stelvio, Alfa Romeo realizzerà uno restyling anche per la Giulia. Un progetto importante che andrà a ritoccare il modello riguardo gli interni, la configurazione, i materiali, ADAS e infotainment.

Il restyling dell’Alfa Romeo Giulia verrà presentato dalla Casa del Biscione nelle prossime settimane. Un evento attesissimo dai tanti appassionati del marchio che non vedono l’ora di poter ammirare la nuova versione della berlina sportiva di segmento D lanciata a partire dal secondo trimestre del 2016. Mentre è già partito il conto alla rovescia che accompagnerà il lancio ufficiale, il designer ucraino Alexandr Kostur ha ipotizzato come potrebbe essere la nuova Giulia, realizzando un render molto dettagliato.

Nel bozzetto, si può notare subito come la Giulia sia notevolmente diversa rispetto alle sue ultime versioni quali la NRing Edition, dedicata ai primi modelli da competizione dell’Alfa Romeo che hanno macinato vittorie sul circuito del Nurburgring, oppure la Racing Edition, un omaggio alla Formula 1. Le linee del restyling ipotizzato dal designer Alexandr Kostur sono molto decise e al tempo stesso votate all’eleganza, a discapito della sportività del modello. Il bozzetto riesce a far intuire anche le sue dimensioni, probabilmente maggiori rispetto a quelle di un’ammiraglia. Il richiamo alla tradizione dell’Alfa Romeo è presente nei fari anteriori a tre modulo, un segno distintivo nella storia della Casa del Biscione, rilanciato ultimamente grazie alla Tonale.

Presentata in anteprima mondiale il 24 giugno del 2015, proprio in occasione dei festeggiamenti per i 105 anni di Alfa Romeo, la Giulia è stata immessa nel mercato nazionale ed internazionale a partire dal secondo trimestre del 2016. Tra le tante versioni realizzate nel corso degli ultimi due anni, spiccano su tutte la Giulia Quadrifoglio NRing Edition e la Giulia Quadrifoglio Racing Edition. La prima è una serie limitata di 108 esemplari con una livrea a “Grigio Circuito” e parti della carrozzeria in fibra di carbonio ed è un omaggio alla Quadrifoglio che ha stabilito il record sul giro al Nurburgring.

La seconda, invece, celebra il ritorno della Casa di Arese in Formula 1, è stata prodotta in soli dieci esemplari con una livrea rossa e bianca, chiaro omaggio alla monoposto Alfa Romeo C38. Adesso, Alfa Romeo sta per svelare l’attesissimo restyling della Giulia, un modello che è riuscito ad unire gli amanti delle sportive e quelli delle ammiraglie.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MOTORI Alfa Romeo Giulia, in un render l’ammiraglia del futuro