Alfa Romeo 6C e Maserati Alfieri, le anti Tesla scaldano i motori

Nell’arco di pochi anni le autovetture che intendono fare concorrenza alle Tesla di Elon Musk dovrebbero essere commercializzate e i fan sono già in fibrillazione

Alfa Romeo e Maserati potrebbero a breve accontentare i fan e rilasciare sul mercato due vetture molto attese dagli appassionati di motori. Tra i patiti degli storici e rinomati marchi non si fa altro che parlare di Alfa Romeo 6C e Maserati Alfieri che potrebbero arricchire il parco auto dei due celebri marchi ora sotto l’alveo di Fiat Chrysler Automobiles.

Per saperne qualcosa in più bisogna aspettare almeno il 1 giugno quando Marchionne, amministratore delegato del colosso automobilistico nato dalla fusione di Fiat e Chrysler, annuncerà i piani per il futuro.

Mentre i rumors si rincorrono, su qualche piccola certezza sembra che ci si possa già affidare. Già nel 2014 la Maserati Alfieri venne presentata come concept car al Salone dell’automobile di Ginevra. Livrea grigio metallizzato, design elegante e raffinato concepito dal Centro Stile Maserati di Torino diretto da Marco Tencone e supervisionato da Lorenzo Ramaciotti, la vettura che rappresenta un equilibrio di modernità ed eleganza porta il nome di Alfieri Maserati, il meccanico che assieme ai fratelli Ettore ed Ernesto fondò la “Società Anonima Officine Alfieri Maserati” .

La Alfieri dovrebbe avere un cuore completamente elettrico. Cambia il rumore del rombo ma rimane anima proiettata verso velocità, bellezza ed eleganza. Una versione completamente elettrica, bella, agile veloce e scattante, un vero sogno per gli amanti dei motori che si proietterebbe nel mercato internazionale come competitor della Porsche Mission e della Tesla Roadster, di recente spedita, letteralmente, nello Spazio dal patron di Tesla Elon Musk.

Qualche dubbio in più invece persiste sulla Alfa Romeo 6C, i più ottimisti sostengono che il debutto dell’auto oggetto del desiderio dei fan potrebbe avvenire per il Salone dell’auto di Parigi. Anche se dovesse essere confermata la produzione la bella auto non dovrebbe essere commercializzata prima del 2019.

Difficile pensare che le due autovetture potranno dare uno slancio incisivo sulle vendite della Fiat Chrysler Automobiles.

I costi sicuramente alti delle vetture limiteranno i desideri di possesso a una cerchia molto ristretta di persone dotate non solo di capacità economiche per poter acquistare i nuovi oggetti del desiderio del mercato automobilistico, ma anche della adeguata passione per accogliere nei propri garage uno dei due nuovi oggetti del desiderio.

MOTORI Alfa Romeo 6C e Maserati Alfieri, le anti Tesla scaldano i motori