Il 4 maggio riparte tutta la rete italiana del Gruppo FCA

In ottemperanza a quanto previsto dal DPCM del 26 aprile, FCA si prepara a riaprire la rete di concessionari

Dopo la riapertura degli impianti produttivi decisa in accordo con le forze sindacali (con le quali è stato firmato anche un protocollo per garantire alti livelli di sicurezza), il Gruppo FCA si appresta a riaprire anche la rete di vendita sul territorio italiano dal prossimo 4 maggio.

La decisione arriva in seguito alla pubblicazione in Gazzetta Ufficiale dell’ultimo Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri, che stabilisce una graduale riapertura degli esercizi commerciali. E, tra le attività che potranno tornare ad aprire i battenti in base al DPCM del 26 aprile troviamo, per l’appunto, anche le concessionarie auto. La riapertura, si legge in una nota stampa FCA, arriva in seguito alla creazione di un protocollo di sicurezza e salute, stilato da esperti del gruppo automobilistico in collaborazione con il virologo Roberto Burioni.

Il protocollo ricalca quello già sottoscritto con le organizzazioni sindacali nazionali per gli impianti chiusi a marzo e si avvale del supporto dell’ente Ambiente, Salute & Sicurezza di FCA, del brand Mopar, del Business Center Italy. “Il protocollo che abbiamo già condiviso con la nostra rete di vendita e assistenza conferma quanto la salute e la sicurezza dei nostri dipendenti, del personale nelle concessionarie e ovviamente dei nostri clienti – commenta Santo Ficili, Head of FCA Italy Business Center & EMEA Sales Operations – siano le priorità di FCA che da subito si è attivata per superare insieme questo momento difficile”.

Nel protocollo è prevista una nuova “esperienza d’acquisto”, tanto per i clienti quanto per i venditori. All’arrivo in concessionaria, il papabile acquirente verrà accompagnato da un addetto “personale”, che prima mostrerà le caratteristiche del veicolo online, per poi passare alla visione dell’auto scelta all’interno dello showroom. Nel corso dell’intera visita, ovviamente, verranno mantenute le distanze interpersonali, così come previsto dalle disposizioni legislative.

Il cliente potrà poi effettuare un test drive, scegliendo tra due diverse modalità. Potrà provare immediatamente il veicolo, per un test drive di circa 30 minuti (non accompagnato) oppure optare per una prova più lunga, con consegna dell’auto a casa. Ad acquisto finalizzato, verrà avviata la procedura di consegna, sempre all’insegna della sicurezza. In una prima fase, riceverà tutte le indicazioni del caso tramite una videoconferenza su Google Meet; quando il veicolo sarà pronto, potrà scegliere se recarsi presso la concessionaria per il ritiro oppure optare la “consegna a domicilio”.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MOTORI Il 4 maggio riparte tutta la rete italiana del Gruppo FCA