Modena Motor Gallery 2017, un weekend di chicche per gli amanti dei motori

Modena Motor Gallery, giunta alla sua quinta edizione, andrà in scena il 23 e 24 settembre con un’esposizione ricchissima di rarità imperdibili

Subito un dato numerico per dare un’idea di massima di cosa possono aspettarsi i visitatori del prossimo Modena Motor Gallery (23 e 24 settembre 2017): la mostra “Le Ferrari di Sergio Scaglietti, Maestro Carrozzaio” è stata assicurata da Big Brother Insurance Group per un valore di 35 milioni di euro! Tra le perle di questa collezione una Ferrari 250 GTO originale del 1962 in lamiera e la rarissima Ferrari 340 MM 1953 #0294 della quale sono stati prodotti soltanto due esemplari. Altre delizie sono garantite dalla presenza del Museo Ferrari di Maranello, del Museo Enzo Ferrari di Modena, oltre che delle collezioni private di Righini, Stanguellini e Panini.

Due i fiori all’occhiello di questa edizione: l’asta “Barn Finds My Love”e il già citato Special Show “Le Ferrari di Sergio Scaglietti, Maestro Carrozzaio”. La prima batterà rottami di auto e moto prestigiose, scocche, telai, parti di automobili famose per provare a farle tornare a vivere. Sarà un’asta con busta chiusa. Il termine per le offerte scadrà domenica 24 alle ore 16.00. I pezzi saranno collocati in diversi “set”, con ambientazioni tipiche: “Ritrovamento”, “Officina vintage”, “Industrial”, e l’ambientazione “Monza”, che rimanda a una gara vintage. Tra i lotti più interessanti, il telaio di una Kaiser Darrin del 1954, una rarissima roadster nata dalla penna di Howard A. Darrin e ispirata al design della bottiglietta della Coca Cola; una Nash Healey del 1953, raro coupé firmato Pininfarina con motore Nash elaborato Healey, ma soprattutto spicca un telaio originale Ferrari 250 GTE modificato e una singolare Maserati Indy 4.7 America del 1971, completa di meccanica, con motore nuovo e pinze e freni restaurati.

Tantissimi gli eventi: una conferenza per ripercorrere la vita del designer statunitense Tom Tjaarda, raccontata dal collezionista Filippo Disanto, autore del libro “Uno stilista d’Oltreoceano”; artigiani che mostreranno dal vivo come si batte e si modella una lastra; la vendita di auto e moto da parte di privati e un ampio spazio per ricambi e accessori.

Modena Motor Gallery sarà anche motociclismo, con una mostra dedicata alle Lambretta e un’esposizione di moto inglesi.

MOTORI Modena Motor Gallery 2017, un weekend di chicche per gli amanti dei&nb...