MV Agusta Turismo Veloce e Veloce Lusso: la moto che mancava. Foto

Presentata ad EICMA 2013 punta a dar fastidio alla BMW R 1200 GS grazie a tecnologia e stile

“Ci sono tante belle moto al mondo, ma MV Agusta è un’altra cosa”. Così Claudio Castiglioni definisce l’MV Agusta, azienda che negli ultimi anni ha messo il turbo e sta sfornando modelli su modelli, per un’offerta che non semette di crescere.

E seguendo questa filosofia a EICMA 2013 sono stati presentati due modelli nuovi: la Turismo Veloce 800 e la Turismo Veloce Lusso 800, due moto che amano i viaggi ma puntano specialmente al design, che riprende soluzioni stilistiche delle sorelle stradali.

Entrambe le moto sono dotatre di un 3 cilindri da 800 cc in grado di erogare 125 CV a 11.700 giri/min, con una coppia di 84 Nm che esprime il massimo a 8.500 giri/minuto.

Con questi numeri le concorrenti dirette sono le ormai note “reginette” del turismo, dalla BMW R1200 GS alla Ducati Multistrada, dalla performante KTM 1190 alla Triumph Tiger 1050 Sport, senza dimenticare nemmeno l’Aprilia Caponord.

Un terreno dove la competitività è al massimo, ma dove l’MV Agusta ha deciso di entrare a gamba tesa.

Lo fa con tanta tecnologia, che nell’elettronica ripone molta fiducia: è infatti il Riding Mode a declinare il carattere della Turismo Veloce, che ha l’erogazione e il confort adatti al turismo, ma senza dimenticarsi della sportività.

Per questo sono disponibili 4 differenti mappe che intervengono su coppia, potenza e traction control: “Rain” smorza i toni fermando i cavalli a quota 100 e il TC a  8 (massimo), seguito da “Turismo” con coppia motrice al massimo e TC selezionabile dal rider (con livello d’intervento da 1 a 8), per finire con “Sport” che lascia al massimo cavalli e coppia (rispettivamente 125 CV e 84 Nm) e il TC selezionabile dal pilota.

Rimane il 4 settaggio, ovvero il “Custom”: qui la scelta è 100% in mano al pilota, che può impostare la risposta del mezzo come meglio preferisce. Per quanto riguarda la frenata sia la Turismo Veloce che la Turismo Veloce Lusso dispongono di ABS di serie.

Nuovo anche il telaio e le piastre, con interasse di 1.420 mm e  una seduta con altezza da terra di 870 mm. Differenti invece i pesi, con 194 KG della versione “normale” e 207 Kg del modello Lusso, che di serie dispone di valigie laterali rigida da 60 litri, cavalletto centrale, manopole riscaldate e forcelle Sachs elettroniche.

Particolare attenzione è stata dedicata al display a colori (il più grande in commercio per dimensioni), che esegue un check e mostra la moto in trasparenza con flag verdi posizionati sulle diverse parti della moto, se ovviamente tutto è perfettamente funzionante, mentre nel normale utilizzo lo schermo offre tutte le informazioni di viaggio, oltre alla possibilità di opzionare la modalità day e night a seconda del momento di utilizzo della moto.

Interessante anche il sistema Bluetooth di serie, che permette di visualizzare sul display le chiamate entranti e i contatti in rubrica, con il cruscotto che fa da ponte con telefono e casco. Nessuna informazione per i dettagli commerciali, che verranno comunicati e breve.

(a cura di OmniMoto.it)

Fonte: Ufficio Stampa

MOTORI MV Agusta Turismo Veloce e Veloce Lusso: la moto che mancava. Fot...