Telepass, 200 mila euro di multa: ha raddoppiato il canone senza consenso

Una multa da 200mila euro a Telepass per aver raddoppiato di fatto il costo dell’Opzione Premium senza aver dato la possibilità ai clienti di prendere le necessarie contromisure.

Lo ha deciso l’Antitrust, che ha comunque tenuto conto del fatto che l’azienda è corsa ai ripari offrendo un rimedio: a partire dal prossimo dicembre, infatti, Telepass attuerà un meccanismo di ‘opt-in’, tale da permettere una scelta consapevole dei consumatori sull’attivazione del nuovo servizio.

Nel mirino dell’Autorità garante della concorrenza e del mercato, le modifiche al servizio Opzione Premium: nel novembre 2015, la società controllata da Autostrade per l’Italia ha infatti deciso di unificare, a partire dal gennaio 2016, i servizi Opzione Premium e Opzione Premium extra (servizi accessori al pagamento elettronico del pedaggio), offrendo così soltanto il nuovo servizio Premium.

Telepass spiega che in realtà il costo del servizio‘base è fermo sin dal 1996, anno di introduzione del servizio e che ”il procedimento riguarda esclusivamente la proposta, motivata dalla richiesta della clientela stessa, di servizi aggiuntivi di soccorso meccanico fuori autostrada legati al cosiddetto pacchetto “Premium”‘. Viceversa ”il canone del Servizio Telepass è sempre rimasto invariato dalla sua introduzione nel 1996”.

 

Telepass, 200 mila euro di multa: ha raddoppiato il canone senza consenso
MOTORI Telepass, 200 mila euro di multa: ha raddoppiato il canone senza ...