Sequestrata la Maserati della Santanché: montava sirena e lampeggiante abusivi

L'autista della ex parlamentare è stato fermato dai vigili di Milano dopo aver bruciato un semaforo rosso

La polizia locale di Milano ha fermato una delle auto in uso a Daniela Santanchè, imprenditrice e deputata di Forza Italia, rilevando il fatto che montava abusivamente sirena e lampeggiante normalmente in uso alle forze dell’ordine.

L’autista dell’auto, dopo aver bruciato un semaforo rosso, è stato fermato dai vigili che hanno ritirato la carta di circolazione del veicolo, per violazione dell’articolo 78 del codice della strada.

A bordo dell’auto gli agenti della polizia locale hanno rinvenuto pure un lampeggiante e una sirena di quelli in dotazione alle forze dell’ordine (dispositivi non autorizzati dal Ministero dell’Interno, essendo un mezzo privato.).

Daniela Santanchè, informata dell’episodio, ha voluto precisare  al quotidiano ‘La Repubblica’ di essere estranea all’accaduto: “Io non c’entro nulla, non ero nemmeno presente al momento del fatto, semplicemente l’autista mi stava venendo a prendere. Aggiungo che normalmente mi sposto con un’altra auto che è intestata a me, come la polizia locale può facilmente verificare. L’unica responsabilità in questa vicenda è dell’autista, che essendo passato con il semaforo rosso ha preso il verbale e si è visto decurtare sei punti di patente“.

Sequestrata la Maserati della Santanché: montava sirena e lampeggiante abusivi
MOTORI Sequestrata la Maserati della Santanché: montava sirena e lampeggiant...