Più germi e batteri in un’auto che sulla tazza del water

Lo dice uno studio britannico. Consigli per una corretta igiene in auto.

All’interno delle nostre auto ci sarebbero, in media, ben 283 diversi tipi di batteri in ogni centimetro quadrato.

Lo sostiene uno studio effettuato dagli scienziati dell’Università Aston di Birmingham, nel Regno Unito.

Nel dettaglio, secondo i risultati di questa ricerca, diffusi in Italia dallo Sportello dei Diritti, la leva del cambio contiene ben 356 germi diversi, mentre il cruscotto, dove mettiamo di tutto (alimenti compresi), ne ha circa 850 (tanti quanti se ne trovano sulla tavoletta del water).

Lasciare residui di cibo in auto (come le apparentemente innocue briciole), soprattutto in estate, inoltre favorisce il proliferare dei batteri.

Cifre impressionanti che, però, sono del tutto sconosciute agli ignari automobilisti.

Il dr. Hilton, direttore scientifico dello studio, ha spiegato che “la gente sarebbe inorridita al pensiero di mangiare sul proprio gabinetto ma pochi realizzano che mangiare dal loro cruscotto dell’auto ha altrettante probabili di farli ammalare“.

C’è anche un altro studio che rafforza quanto appena riportato, stavolta condotto negli Stati Uniti d’America, secondo il quale le persone sposate hanno più batteri nella propria auto rispetto ai single.

Per di più, sempre stando a questa ricerca, le donne, di solito più attente all’igiene, hanno più batteri in auto rispetto a quelli che si trovano nei mezzi guidati dagli uomini, il che è preoccupante, se si pensa ai bambini.

Cosa fare, quindi?

Ecco qualche consiglio, che proviene dagli stessi scienziati:

  • Utilizzare salviette disinfettanti per pulire l’interno dell’auto ogni giorno;
  • Tenere in auto un contenitore per gettare i rifiuti (e svuotarlo prima possibile, magari quando si fa benzina);
  • Non mangiare in auto. Se è proprio necessario, pulirla subito dopo, aspirando soprattutto le briciole;
  • Lavare tappetini e sedili regolarmente;

Per il presidente dello Sportello dei Diritti, Giovanni d’Agata, “questi studi dovrebbero spingerci inevitabilmente ad aumentare la pulizia. Una disinfezione frequente e accurata della nostra auto, infatti, può ridurre in maniera esponenziale il rischio di contagi“.

Più germi e batteri in un’auto che sulla tazza del water
MOTORI Più germi e batteri in un’auto che sulla tazza del water