Pioggia di controlli in arrivo sulle strade italiane: ecco perché

Dal 15 maggio al 20 giugno previsti oltre 10mila controlli sulle strade del Belpaese

Pioggia di controlli in arrivo sulle strade italiane, in particolare quelle di sei regioni: Piemonte, Valle d’Aosta, Lombardia, Toscana, Veneto e Sicilia. La Polizia stradale in collaborazione con Assogomma ha infatti lanciato la tredicesima edizione della campagna “Vacanze Sicure”, tesa a verificare lo stato dei pneumatici.

Saranno così effettuati circa diecimila controlli dal 15 maggio al 20 giugno e non solo sulle auto ma pure su veicoli per il trasporto leggero fino a 35 quintali, caravan (roulotte) e carrelli appendice, che spesso presentano criticità specifiche, come ad esempio il sovraccarico.

Del resto, con un parco auto sempre più vecchio (il 50% delle macchine ha più di 10 anni) e gli incidenti stradali che aumentano (fonte Aci), la manutenzione dell’auto assume un ruolo fondamentale per la sicurezza stradale, anche se pochi italiani sembrano ricordarsi che la sicurezza del mezzo su cui viaggiano per tante ore poggia letteralmente su una superficie pari a quattro palmi di una mano. Un problema che viene poi reso ancor più problematico nei mesi estivi, quando la temperatura sale ben oltre i 30 gradi, riducendo gli spazi di frenata di oltre il 20%.

Non è un caso che negli oltre 130mila controlli specifici sugli pneumatici effettuati dalla Polizia Stradale dal 2003 ad oggi, il 15% delle gomme sono risultate ‘non conformi’, una pecentuale che supera il 20% se si considera anche la mancanza della revisione del veicolo. Tra le condizioni peggiori riscontrate sulle strade italiane ci sono copertoni non omologati, pneumatici lisci o danneggiati e quelli invernali utilizzati anche nei mesi estivi, senza contare un fenomeno tutto nuovo, quello del pneumatico vettura riscolpito.

”Si tratta di una pratica che nel nostro Paese è vietata per le vetture e potenzialmente pericolosa – ha spiegato il Direttore di Assogomma Fabio Bertolotti – Gli automobilisti devono accertarsi che i pneumatici vettura, acquistati presso i canali tradizionali o tramite internet, come prodotti d’occasione non siano stati fatti oggetto di tale operazione di riscolpitura, partendo dai pneumatici usati”.

Proprio in merito alla ‘regolarità’ dei pneumatici, ricordiamo che per legge dal 15 aprile è obbligatorio montare gli pneumatici estivi al posto di quelli invernali mentre dal 16 maggio e sino al 14 ottobre non è più consentita la circolazione con pneumatici M+S (i cosiddetti ‘quattro stagioni’) con codici di velocità inferiori a quelli riportati in carta di circolazione, un’infrazione che può dar luogo non solo a sanzioni pecuniarie ma pure a gravi pericoli durante il viaggio.

Pioggia di controlli in arrivo sulle strade italiane: ecco perché
MOTORI Pioggia di controlli in arrivo sulle strade italiane: ecco perch...