Nuovo codice della strada: ecco cosa cambia

La Commissione trasporti della Camera ha approvato le linee guida che saranno la cornice in cui verrà scritto il nuovo codice della strada che dovrebbe essere ultimato tra fine 2015 e 2016.

 La Commissione trasporti della Camera ha approvato le linee guida che saranno la cornice in cui verrà scritto il nuovo codice della strada che dovrebbe essere ultimato tra fine 2015 e 2016.

LIMITI DI VELOCITA’ – Essendo un testo di delega, il Ddl contiene solo generici criteri. Per esempio si parla anche di rivedere i limiti di velocità extraurbani secondo i criteri di ragionevolezza per adeguarli anche alle reali esigenze di sicurezza.

125 IN AUTOSTRADA – Una delle novità più importanti è la possibilità per scooter e motocicli 125cc di circolare su tangenziali ed autostrade, se i mezzi sono guidati da conducenti maggiorenni.  L’Italia si allinea così al resto d’Europa, dove questa limitazione non è mai esistita

UTENTI VULNERABILI – Nel testo approvato c’è l’attribuzione dello status di utenti vulnerabili anche agli utenti di ciclomotori e motocicli. La legge delega stabilisce, inoltre, l’introduzione di disposizioni che migliorino la sicurezza della circolazione di biciclette, ciclomotori e motoveicoli.

NOVITA’ PER I CICLISTI – Buone notizie anche per le biciclette: è stato introdotto il principio che le corsie riservate ai mezzi pubblici potranno in futuro essere percorse anche da biciclette e motocicli. Per favorire l’identificazione e il recupero di quelle rubate è prevista l’introduzione di un  sistema di marchiatura volontaria del telaio.

NEOPATENTATI- I limiti di potenza oggi costringono  i neopatentati a non guidare l’auto di famiglia. Questi limiti non varranno per chi ha a bordo un accompagnotore con almeno 10 anni di patente e dureranno solo sei mesi (e non un anno)

Nuovo codice della strada: ecco cosa cambia
MOTORI Nuovo codice della strada: ecco cosa cambia