In arrivo multe per chi sosta nelle aree di ricarica delle auto elettriche

Un recente decreto legislativo punisce chi sfrutta le aree di ricarica riservate ai proprietari di auto elettriche come parcheggio

È stata approvata una modifica al Codice della Strada che punisce gli automobilisti legati alla cattiva abitudine di parcheggiare la propria vettura presso le aree riservate alla ricarica delle auto elettriche. La sanzione amministrativa oscilla tra gli 85 e i 338 euro e dovrebbe scoraggiare i furbi automobilisti utilizzatori di questo ingegnoso stratagemma per non sborsare i soldi per la sosta.

Il Decreto legislativo 257 del 16 dicembre 2016, è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale da poche settimane decretando la fine della discutibile abitudine dei furbetti del parcheggio. Almeno è ciò che si auspicano le associazioni dei consumatori. I consulenti hanno già provveduto a sollecitare le polizie municipali della Penisola ad applicare la sanzione.

Una piccola vittoria per i proprietari di auto elettriche che trovano fin troppo spesso occupate le piazzole destinate alla ricarica delle proprie vetture. D’altro canto queste aree sono spesso vuote, ed è per questo che attirano gli automobilisti in disperata ricerca di parcheggio. La situazione si spiega con la scarsa diffusione delle innovative autovetture elettriche che in Italia non hanno ancora avuto successo.

Nel 2016 sono state immatricolate soltanto 2560 auto elettriche ed entro il 2020 si prevede l’acquisto di 70.000 autovetture di questo genere, decisamente ancora troppo poche rispetto al resto d’Europa. Una disaffezione causata dalla mancanza di adeguati incentivi all’acquisto.

Ciò di certo non giustifica la condotta di chi priva quei pochi virtuosi possessori di auto elettriche della possibilità di poter alimentare i propri mezzi presso le aree di ricarica. Rimane adesso da chiarire però per quanto tempo le vetture elettriche hanno il permesso di sostare presso le stazioni.

Dato ormai per scontato che le auto tradizionali non possono fermarsi nelle aree predisposte all’alimentazione, rimane da capire come fare a comprendere se le auto elettriche lasciate a rigenerarsi abbiano terminato il proprio ciclo di carica o siano state lasciate volontariamente, sfruttando la sosta finché è comodo per il proprietario.

Diverse colonnine, infatti, non informano quando il ciclo di ricarica è ultimato e non pochi vigili potrebbero avere difficoltà nel capire se si trovano di fronte a un abuso o meno. Forse la soluzione è nel non pagare la ricarica per kWh ma per il tempo che si lascia l’auto a ricaricare.

In arrivo multe per chi sosta nelle aree di ricarica delle auto elettriche
MOTORI In arrivo multe per chi sosta nelle aree di ricarica delle auto e...