Mercedes ‘sposa’ Pokemon GO: le concessionarie diventano PokeStop

Le concessionarie Mercedes diventeranno dei PokeStop con 'moduli esca'

Pokemon GO è indubbiamente uno dei tormentoni ludici di questa estate: basta guardarsi intorno per vedere persone incuranti del mondo circostante perché impegnate a dare la caccia ad uno dei mostriciattoli nei parchi, sulle strade o nei centri commerciali.

Così, per restare al passo con i tempi – e con le potenzialità offerte dall’app – , Mercedes ha deciso di entrare anche lei in gioco. Anzi, nel gioco. Come ? Semplice, diventando il primo brand automobilistico ad usare i Pokemon per promuovere le proprie vendite grazie ad un’intelligente operazione di marketing.

Le concessionarie della casa tedesca potranno infatti sfruttare i “moduli esca”, presenti in Pokemon Go con la funzione di attirare i mostriciattoli, per attrarre pure gli appassionati del gioco verso le concessionarie stesse o verso luoghi dove si svolgono eventi targati Mercedes.

Per fare le cose bene, ovviamente, la Casa della Stella ha già distribuiti ai concessionari un manuale dettagliato per istruirli nel modo migliore, spiegando innanzitutto come funziona un ‘modulo esca’ (che, ricordiamolo per i ‘profani’ è attivo per 30 minuti) e come sfruttarli al meglio per attrarre i giocatori.

Il tutto, chiaramente, dopo che concessionari avranno registrare la propria sede come PokéStop sul sito di Pokemon Go. E alla fine, i rivenditori dovranno pubblicizzare il tutto sui propri canali di comunicazione e social media.

E chissà che qualcuno, entrando in una concessionaria per cercare Pikatchu, non ne esca con una bella Mercedes AMG GT R. Giusto per cacciare i Pokemon più velocemente…

Mercedes ‘sposa’ Pokemon GO: le concessionarie diventano PokeStop
MOTORI Mercedes ‘sposa’ Pokemon GO: le concessionarie diventano&n...