La Maserati di Dodi Al-Fayed è all’asta

La celebre Maserati di proprietà di Dodi Al-Fayed, ex compagno di Lady Diana, è all’asta: la cifra richiesta è tra 175mila e 250mila euro

Dodi Al-Fayed era un grande appassionato di auto, proprio come il padre, che aveva una vasta collezione di auto di lusso. Tra queste era presente anche una Maserati Merak 3000, contrassegnata nel telaio dal numero 352 e prodotta quando la casa automobilistica italiana era di proprietà della Citroen, quindi tra il ‘72 e il 1982. L’ex compagno di Lady Diana, vittima dell’incidente sotto al Pont de l’Alma di Parigi, aveva tenuto questo capolavoro dell’ingegneria automobilistica in ottime condizioni, percorrendo solo 17mila chilometri.

maserati dodi al-fayed

Fonte: Facebook

La Merak 3000 quindi si presenta come nuova, con ancora i pneumatici originali del 1973. Si tratta quindi di un modello eccezionale, che testimonia l’evoluzione e l’eccellenza del Made in Italy prodotto da Maserati. L’auto storica ora è messa all’asta sul sito che vende oggetti particolari e speciali, chiamato Catawiki, ed è valutata tra i 175mila e i 250mila euro. Il proprietario attuale è un collezionista finlandese di Valkeakoski e il fatto che sia stata messa all’asta, rappresenta un’opportunità imperdibile per tutti gli appassionati di questo modello unico al mondo.

La Merak 3000 di Dodi Al-Fayed fa parte della serie di auto progettate dall’ingegner Giulio Alfieri: era stata presentata al Salon Mondial de l’Automobile di Parigi nel 1972 e la sua carrozzeria era disegnata da Giorgetto Giugiaro, ispirata alle linee della Bora, prodotta sempre da Maserati nel 1971, con l’obiettivo di concorrere contro la Lamborghini Miura e la DeTomaso Mangusta. Il nome della Merak deriva da quello di una stella dell’Orsa Maggiore, contrariamente a come era solita la Maserati che assegnava il nome di un vento. Il valore collezionistico di quest’auto è inestimabile, sia per la sua dotazione ingegneristica, che rappresenta l’eccellenza del made in Italy nel mondo, stimato ancora oggi tra i migliori del settore del lusso, ma anche perché apparteneva a Dodi Al-Fayed. L’auto su cui invece viaggiava insieme a Diana Spencer la notte dell’incidente, non era certo del calibro della Merak 3000: si trattava infatti di un’auto di valore decisamente inferiore e quindi purtroppo anche meno sicura. Per tutti gli appassionati di motori, questa è un’occasione imperdibile: portafoglio alla mano, non resta che attendere l’avvio dell’asta.

La Maserati di Dodi Al-Fayed è all’asta
MOTORI La Maserati di Dodi Al-Fayed è all’asta