Inventa un metodo per non pagare le multe: lo scoprono su Facebook

Stampare una serie di false multe e lasciarle bene in vista sul tergicristalli della propria auto, così che il vigile di turno non procedesse con altre sanzioni.

Aveva ideato un metodo “geniale” per evitare di essere sanzionato dalla Polizia per divieto di sosta: uno studente, probabilmente stufo delle decine di multe elevate a suo carico per infrazioni del codice della strada, aveva escogitato un piano per “farla franca”.

Il giovane aveva stampato e compilato da solo con il computer una serie di multe false, su una carta simile a quella delle multe nel suo paese, e le ha poste sul tergicristalli dell’auto in divieto di sosta in modo da evitare che il vigile si fermasse per replicare la sanzione. Lo studente felice di aver trovato il metodo perfetto per evitare le multe, non se lo è tenuto per sé e si è vantato su internet, ma anche la polizia usa i social network

Lo stratagemma ha funzionato per un po’, finché il ragazzo non ha deciso di vantarsi su Facebook della sua idea.

Da quel momento, non solo gli amici e altri utenti del social hanno appreso l’esistenza di questo sistema, ma anche le forze dell’ordine, che una volta accortasi dell’azione truffaldine, hanno provveduto a bombardare di contravvenzioni vere chiunque avesse fatto ricorso al piano dello studente.

 

Inventa un metodo per non pagare le multe: lo scoprono su Facebook
MOTORI Inventa un metodo per non pagare le multe: lo scoprono su Faceboo...