Marchionne sull’auto elettrica: ”Arma a doppio taglio”

Sergio Marchionne ha parlato del futuro dell’auto, tra elettrico e guida autonoma

Sergio Marchionne, amministratore delegato di FCA, ha tenuto una ‘lectio magistralis’ per la laurea ad honorem in ingegneria industriale ricevuta a Rovereto. Marchionne ha parlato del futuro dell’auto sia della guida autonoma sia dell’elettrico.

L’insieme di due forze di innovazione – propulsione elettrica e guida autonoma – provocherà un cambio di paradigma totale, che è destinato a cambiare il volto dei trasporti come lo abbiamo sempre inteso.

Crediamo che la guida autonoma -ha detto Marchionne – sarà realtà nel giro di un decennio e che i sistemi avanzati di ausilio alla guida svolgeranno un ruolo cruciale nel preparare legislatori, consumatori e aziende per un mondo in cui il controllo dell’auto sarà passato nelle mani dell’auto stessa. Da circa un anno, ingegneri di Fca e di Waymo, che è la società di Google dedicata alle vetture autonome, lavorano fianco a fianco – ha spiegato l’ad Fca – per integrare e sperimentare le tecnologie a guida autonoma su una flotta di Chrysler Pacifica Hybrid“.

Sull’auto elettrica il manager ha evidenziato come possa diventare ”un’arma a doppio taglio”.

Le auto elettriche possono sembrare una meraviglia tecnologica, soprattutto per abbattere i livelli di emissione nei centri urbani, ma si tratta di un’arma a doppio taglio. Forzare l’introduzione dell’elettrico su scala globale, senza prima risolvere il problema di come produrre l’energia da fonti pulite e rinnovabili, rappresenta una minaccia all’esistenza stessa del nostro pianeta“.

Marchionne sull’auto elettrica: ”Arma a doppio taglio”
MOTORI Marchionne sull’auto elettrica: ”Arma a doppio taglio...