Ferrari perde il marchio Testarossa, ora è di un’azienda di giocattoli

Dopo una disputa legale combattuta nel tribunale di Düsseldorf, la Ferrari perde il marchio “testarossa”. Il tribunale: "per mantenere la proprietà di un nome bisogna utilizzarlo"

La Ferrari ha perso l’esclusiva sui diritti del marchio “Testarossa”, la mitica berlinetta prodotta dalla casa di Maranello dal 1984 al 1996. La Autec Ag, azienda tedesca produttrice di giocattoli, specializzata nella produzione di modellini di automobili, ne è la nuova proprietaria. Kurt Hesse, capo dell’azienda, ha depositato il marchio “Testarossa” strappandola alla nota casa automobilistica italiana.

Una decisione che ha destato allarme nell’ufficio legale di Maranello che è prontamente ricorso in giudizio presso il tribunale di Düsseldorf, uno dei più autorevoli al mondo riguardo le dispute internazionali sui diritti commerciali. Ma non c’è stato nulla da fare. La Ferrari ha perso la propria battaglia legale spezzando quel legame quasi assoluto che esisteva tra il marchio emiliano e Testarossa.

Elegante, agile, scattante, la bellissima vettura disegnata da Leonardo Fioravanti per Pinin Farina e presentata al Salone dell’automobile di Parigi nel 1984, divenne un’icona degli anni ’80 grazie anche alla fortunata serie tv “Miami Vice”, in cui era usata come auto della polizia.

Per mantenere la proprietà di un nome – hanno sentenziato i giudici del tribunale tedesco – bisogna utilizzarlo. Ferrari non l’ha fatto. A nulla sono valse le rimostranze degli avvocati che rappresentano il marchio automobilistico noto in tutto il mondo. Hanno provato anche a ricordare quanto l’azienda emiliana sia ancora impegnata a prestare assistenza ai possessori della mitica vettura diventata leggendaria. Ma non c’è stato verso. Il marchio passa dal produttore di bolidi emiliano alla casa tedesca di giocattoli.

Una leggenda su cui Ferrari ha perso ogni diritto. Il tribunale di Düsseldorf ha posto in evidenza che la produttrice di auto di lusso ha preferito operare attraverso il nome ormai noto in tutto il mondo di Ferrari, anch’esso oggetto di controversie legate ai diritti d’utilizzo, piuttosto che curare il nome testarossa. Una durissima decisione che costringerà Ferrari a dover eliminare il nome da tutti i propri prodotti non soltanto in Germania, dove risiede l’azienda del nuovo proprietario del marchio, ma in tutto il mondo. Una vittoria davvero scioccante che consentirà inoltre a produttore tedesco di modellini d’automobile a non dover essere più costretto a versare i diritti alla nota casa automobilistica italiana. Hesse non si limiterà a utilizzare il marchio Testarossa sui modellini d’automobile ma anche su rasoi elettrici e biciclette elettroniche, una vera e propria rivoluzione che fa storcere il naso ai puristi.

La decisione del tribunale tedesco adesso terrorizza i possessori di brand famosi. I proprietari dei marchi leggendari dovranno correre ai ripari e blindare i propri tesori e premunirsi da eventuali battaglie legali che potrebbero vederli sconfitti.

Ferrari perde il marchio Testarossa, ora è di un’azienda di giocattoli
MOTORI Ferrari perde il marchio Testarossa, ora è di un’azienda di&nbs...