FCA e Ferrari: richiamate oltre 4 milioni di auto per airbag difettosi

FCA e Ferrari costrette a mega-richiamo negli Stati Uniti: la 'colpa' è del costruttore nipponico Takata

Brutte notizie per FCA: negli Stati Uniti l’azienda italo-americana è stata costretta a richiamare ben 4,3 veicoli prodotti negli ultimi anni per problemi agli airbag del passeggero dopo la notifica comunicata alla FCA stessa dal fornitore Takata.

Il problema non riguarda peraltro solo FCA: secondo quanto emerge dai documenti resi noti dalle autorità statunitensi infatti, sono complessivamente ben otto le case automobilistiche ‘vittima’ dei problemi di airbag e costretti a richiamare le proprie vetture. Oltre a FCA, l’elenco comprende Honda (4.5 i milioni di veicoli coinvolti), Ferrari, Mazda, Mistubishi, Nissan, Subaru e Toyota, per un totale di 12 milioni di veicoli coinvolti.

FCA ha comunque chiarito di non essere “a conoscenza di alcun incidente che avrebbe coinvolto i veicoli soggetti alla campagna di ritiro”. A questa buona notizia fa da contraltare il riflesso che il richiamo ha avuto in Borsa, con il titolo FCA che ha perso l’1,19% nella giornata di venerdì.

Ricordiamo che la vicenda Takata dura ormai da oltre tre anni, tanto che molte case hanno abbandonato il fornitore nipponico. Dall’altra parte, la NHTSA (National Highway Traffic Safety Administration, l’ente per la sicurezza del traffico sulle autostrade nazionali statunitensi) ha svelato lo scorso 4 maggio di stimare complessivamente in ben 35-40 milioni gli airbag ‘difettosi’ presenti sul mercato, 28,8 milioni dei quali già oggetto di richiamo.

Nel mondo, finora, si stima che ci siano state 10 vittime a causa del malfuzionamento degli airbag Takata, cui vanno aggiunti circa 140 feriti.

FCA e Ferrari: richiamate oltre 4 milioni di auto per airbag difettosi
MOTORI FCA e Ferrari: richiamate oltre 4 milioni di auto per airbag dife...