Dieselgate, accuse contro Fca: truccati dati emissioni negli Usa

Le Authority statunitensi sarebbero pronti ad accusare la casa automobilistica Fiat Chrysler per aver falsato i dati sulle emissioni.

Dopo il Dieselgate che aveva di fatto risparmiato l’ex casa torinese, ora gli strali dei controllori Usa si abbattono sul gruppo guidato da Sergio Marchionne. A farne le spese sono i titoli in Borsa che alla notizia crollano oltre il 10%.

L’Agenzia per Protezione ambientale americana si appresta ad accusare Fca di aver usato un software per consentire emissioni Diesel sopra i limiti.

Le accuse riguarderebbero centomila veicoli pesanti e Suv prodotti dalle case dal 2014 ed equipaggiati con centraline non conformi

La notizia è stata lanciata dall’agenzia di stampa Associated Press.

SEGUI L’ANDAMENTO DEL TITOLO FCA IN BORSA

Dieselgate, accuse contro Fca: truccati dati emissioni negli Usa
MOTORI Dieselgate, accuse contro Fca: truccati dati emissioni negli Usa