In California sono 22 le aziende che testano le auto a guida automatica: è boom

Si moltiplicano le società che puntano forte sulla guida automatizzata. Anche Nvidia e Samsung pronte a inserirsi nel mercato

Auto a guida autonoma: è boom

Fonte: Twitter

Che l’auto a guida autonoma rappresenti il futuro della mobilità è ormai assodato. Basta dare un’occhiata alle strade della California: il traffico di supercar non manca, sono 22 le aziende che stanno sperimentando le vetture automatizzare che nei prossimi decenni promettono di invadere il mercato il mondiale. Ormai non si tratta più di discutere sul “se”, semmai sul “quando” questa rivoluzione di portata epocale si diffonderà.

Tra le aziende che stanno ottimizzando le proprie autovetture sul territorio californiano in prima fila c’è naturalmente “Google”, che scommette ormai da anni sulla rivoluzione dell’auto 2.0. La seguono a ruota anche tante altre case automobilistiche sicure che in pochi anni le strade d’America e di tutto il mondo vedranno muoversi soltanto auto intelligenti, vetture che promettono un abbattimento rivoluzionario degli incidenti automobilistici grazie all’individuazione quasi immediata degli ostacoli. C’è da scommettere, inoltre, che le vetture automatiche decreteranno un netto aumento delle automobili elettriche in circolazione, grazie anche alle recenti notizie che promettono un aumento esponenziale degli stazionamenti di ricarica e delle colonnine elettriche, fondamentali per alimentare le vetture del futuro, oggi ancora poco diffuse.

Oltre al colosso di Mountain View, anche Tesla, Volkswagen, Ford e Baidu lasciano scorrazzare le proprie autovetture all’avanguardia nelle strade americane, persino Nvidia, la famosa azienda produttrice di componenti informatici, e Samsung, società leader nel settore delle telecomunicazioni, hanno deciso di lanciarsi nel business dell’auto a guida autonoma. La parola d’ordine della rivoluzione prossima ventura potrebbe essere “sostenibilità”. Le auto a guida autonoma potrebbero rivoluzionare persino la necessità di possedere un’automobile di proprietà. La certezza di avere sempre in giro autovetture, in continuo movimento, potrebbe rendere obsoleta l’idea di parcheggio. Una volta che una vettura automatica ha portato a destinazione chi ha esigenza di muoversi, sarebbe uno spreco lasciarla parcheggiata per ore in attesa della prossima esigenza di spostamento del primo utilizzatore. In quella parentesi di tempo, la stessa vettura potrebbe accontentare altre decine di persone, proprio come fanno oggi i taxi, ma in maniera decisamente più capillare. Stiamo vivendo l’alba di una nuova era in cui la mobilità come la conosciamo potrebbe presto essere rivoluzionata in maniera radicale.

In California sono 22 le aziende che testano le auto a guida automatica: è boom
MOTORI In California sono 22 le aziende che testano le auto a guida automatic...