Auto a guida autonoma, c’è l’interessamento di Facebook

Il social network statunitense, durante il salone dell'auto di Francoforte, ha confermato la volontà di voler investire nelle auto 2.0

Facebook non intende farsi trovare impreparata di fronte all’impellente rivoluzione delle automobili 2.0 e monitora con molta attenzione gli sviluppi delle auto a guida autonoma sulle strade di tutto il mondo. Nel giro di pochi anni l’arrivo dell’automatizzazione sulle vetture private potrebbe radicalmente modificare le abitudini delle persone alla guida, permettendo loro di avere sempre più tempo da utilizzare per navigare sul social network, mentre l’automobile penserebbe da sola, o quasi, a portare a destinazione i passeggeri.

Questa l’idea presentata durante il salone dell’auto di Francoforte. Christoph Stadeler, Vertical Lead Automotive Global Business Marketing di Fb, ha chiarito che il social network non ha intenzione di investire direttamente sulle automobili, come sta facendo ad esempio Google, ma che è molto interessato a sviluppare servizi che potrebbero portare enormi benefici al mondo della mobilità. Il contributo che Facebook vuole fornire non riguarda soltanto lo sviluppo di tecnologie che possano permettere alle varie automobili di diventare sempre più social, ma c’è anche la chiara intenzione di fornire aiuto ai costruttori di veicoli anche per quanto riguarda le strategie di marketing da attuare o fornire consigli su come far interagire al meglio i le industrie che stanno producendo le nuove autovetture con i futuri clienti della mobilità automatica.

La strategia sinergica con i grandi marchi della mobilità è quindi già in cantiere.

 Scheryl Sandberg, chief operating officer di Facebook, non mancato di sottolineare come il social network di Mark Zuckerberg e le aziende di automobili abbiano ampie possibilità di collaborazione. I recenti investimenti in “Oculus”, azienda leader nel settore della realtà virtuale, e gli ultimi passi da gigante nel settore del video recognition potrebbero aprire opportunità inedite.

Il modo di guidare le automobili e la filosofia di guida, sono sempre state incentrate su un approccio individualistico. Una persona alla guida per una singola autovettura. I rapporti con le altre autovetture hanno sempre e solo riguardato al massimo il rispetto del Codice della Strada per concedere la precedenza ed evitare spiacevoli incidenti. Ora invece si pensa all’automobile declinata secondo esigenze social, sia all’interno dell’abitacolo, con servizi studiati per ogni passeggero che si muove in auto, sia anche per consentire rapide e stimolanti interazioni con la strada e con gli altri automobilisti in giro per le strade.

Auto a guida autonoma, c’è l’interessamento di Facebook
MOTORI Auto a guida autonoma, c’è l’interessamento di Faceb...