Suzuki GSX-S1000F ABS, la Street Sport con cuore Superbike

La casa giapponese lancia la versione 'stradale' della Superbike

Dalle piste da gara all’asfalto della strada: arriva nelle concessionarie la nuova Suzuki GSX-S1000F ABS, parente stretta per motore e ciclistica delle versione Superbike. Esteticamente la nuova Street Sport  si presenta con dimensioni compatte e muscolose per 214 kg complessivi, peso che garantisce una buona manovrabilità, specie considerando l’altezza sella limitata a 810 mm.

Sul cupolino dominanano il doppio faro e le luci di posizione a led mentre il manubrio in alluminio Renthal Fatbar è posizionato 165,4 mm più alto e 72 mm arretrato rispetto alla GSX-R1000, così da permettere una posizione più eretta e meno faticosa anche su lunghe percorrenze. L’obbiettivo è raggiunto grazie anche alle pedane poggiapiedi, piazzate 23,8 mm più in basso e 32 mm più avanti. La strumentazione che si presenta di fronte al centauro è chiara e compatta, con tanto di schermo LCD regolabile nell’intensità luminosa.

Il telaio è a doppio trave in alluminio ed è strettamente derivato dalla SBK GSX-R1000: pure il forcellone in alluminio è identico a quello presente sulla maxi quattro cilindri. Ad una perfetta gestione della due ruote contribuiscono poi la forcella Kayaba upside-down da 43 mm completamente regolabile ed il monoammortizzatore posteriore, anch’esso regolabile. Le pinze freno sono delle Brembo radiali a 4 pistoncini (identiche a quelle della superbike GSX-R1000), accoppiate ad un doppio disco anteriore da 310 mm e collegate al sistema ABS Bosch, presente di serie come si evince dal nome della due ruote.

Il motore è il campione del mondo 4 cilindri in linea da 999 cc della serie GSX-R 1000 K5, modificato dagli ingegneri Suzuki per migliorare le doti di coppia a regimi bassi e medi: complessivamente la potenza è di 107 kW/10.000 giri (146 CV) con 106 Nm/9.500 giri di coppia. Rispetto alla GSX-R1000 sono invece nuovi i pistoni, ora più leggeri del 3%, il profilo degli alberi a camme e l’impianto di scarico 4-2-1 con valvola elettronica SET (Suzuki Exhaust Tuning).

Nuovo anche il sistema elettronico di controllo della trazione, escludibile oppure impostabile su tre differenti livelli di intervento. Al miglior rendimento della coppia motrice, anche in ottica del raggiungimento dell’aderenza ideale, contribuisce poi la centralina che, con 5 differenti sistemi di controllo, monitora 250 volte al secondo posizione del cambio, comando del gas, giri motore e dati provenienti dalle ruote.

Come anticipato, la nuova GSX-S1000F ABS arriva nelle concessionarie in questi giorni: fino al 31 settembre sarà ordinabile ad un prezzo lancio di 12.590 euro rispetto ai 12.890 di listino.

MOTORI Suzuki GSX-S1000F ABS, la Street Sport con cuore Superbike