Motoraduni invernali, un affare per veri bikers. Foto

Questi i principali appuntamenti per chi la moto non la vuole abbandonare nemmeno nei mesi freddi

Già la moto di inverno è un affare per pochi, ma frequentare addirittura un moto raduno magari affrontando chilometri di strada è una cosa da veri irriducibili. Ricordandovi solo che per frequentare i raduni invernali occorre organizzarsi in maniera appropriata, aggiungiamo anche che occorrono le catene per le gomme e che quest’ultime devono essere adatte a temperature fredde e asfalti bagnati (in Germania da quest’anno sono obbligatori gli pneumatici invernali!), oltre che a munirsi di abbigliamento termoriscaldato, stufetta da campeggio per la notte, e sacchi a pelo termici.

Di seguito quache dettaglio sui i tre maggiori raduni l’Elefantentreffen (Germania), Pinguinos (Spagna) e il Furbintreffen (Italia).

L’Elefantentreffen si svolge ogni anno in mezzo alla foresta bavarese, a Loh (a 40 km a nord di Passau). È senza dubbio il motoraduno invernale più importante e più pazzo che esista. Nella “conca della strega” (Hexenkessel), si recano ogni anno circa 5.000 motociclisti e per il 2014 le date previste sono dal 31 gennaio al 2 febbraio.

Non è certo famoso come il Raduno degli Elefanti, ma in ogni caso, il Pinguinos è giunto, quest’anno, alla sua 33esima edizione e rappresenta un raduno invernale di tutto rispetto. Si è tenuto come sempre a Puente Duero, vicino Villadolid, sui monti al centro della Spagna dal 9 al 12 di gennaio. La giornata della domenica è stata quella più importante, dove si sono assegnati i "Pinguino de oro”

Furbinentreffen, lo dice la parola stessa, è il raduno dei… furbi. I “furbinen”, saggiamente evitano il congelamento, non rischiano di scivolare sui lastroni di ghiaccio e farsi male e si godono il sole sulla penisola sorrentina, quest’anno dal 28 febbraio al 2 marzo 2014, anche grazie alle belle strade e, soprattutto, mangiano bene! Furbi no?

(a cura di OmniMoto.it)
 


 

MOTORI Motoraduni invernali, un affare per veri bikers. Foto