La storia della Vespa 50 Special

Scopriamo insieme la storia della mitica Vespa 50 Special

La Vespa è uno scooter prodotto dalla Piaggio, famosa casa motociclistica italiana. E’ una delle moto più famose al mondo nonché più volte utilizzato come simbolo del design italiano. Quando è nata, l’idea di fondo era quella di creare un motociclo idoneo all’uso di tutti i giorni e abbordabile per tutti.

Nel XX secolo sono stati prodotti oltre 30 modelli di Vespa, ma il “50 Special” è forse quello che ha lasciato più il segno: fu uno dei simboli degli anni 70 ed ebbe un grandissimo successo, stabilendo il record mondiale di vendite fino al 1982 e ancora oggi sono ricercatissime dai nostalgici e dai collezionisti, disposti a spendere anche cifre fuori dal comune. Scopriamo la sua storia.

La Vespa 50 Special fu prodotta dal 1969 al 1983. Le sue caratteristiche principali erano la forma rettangolare del fanale anteriore e il nasello che copriva il tubo di sterzo e il clacson.

La sua produzione si divise in tre serie:
– Prima serie: Prodotta dal 1969 al 1972, si contraddistingueva dalle altre Vespe per via delle scritte identificative posizionate davanti (il numero 50) e dietro, sopra il fanale (la scritta Special), oltre ad avere il nasello davanti e il copristop in plastica neri, ruote da 9 pollici con quattro dadi di fissaggio e cambio a tre velocità.
– Seconda serie: Prodotta dal 1972 al 1975. Le differenze dalla precedente serie consistevano in ruote da 10 pollici con cinque dadi di fissaggio, nasello e copristop di colore grigio chiari, le scritte assunsero un layout diverso e il cavalletto passò da 16 a 20 millimetri di lunghezza, conferendo così più resistenza e stabilità allo scooter.
– Terza serie: Prodotta dal 1975 al 1982. L’ultima produzione della 50 Special vide il cambio passare a quattro marce ed il telaio rinforzato.

Il modello 50 Special era tra i mezzi preferiti per le elaborazioni meccaniche.
Le modifiche più gettonate erano le sostituzioni dello scarico, del nasello anteriore e della sella.
Quest’ultima, essendo monoposto, veniva sostituita con selle per due persone.
Tutte le tre serie non presentavano gli indicatori di direzione e si poteva scegliere se montare dietro la scocca il supporto per la ruota di scorta. Nel 1982 venne dichiarata fuori produzione.
Il segno che ha lasciato questo modello negli italiani è stato profondissimo, basti pensare che nel 1999 il gruppo italiano Lunapop, capitanato da Cesare Cremonini, ha dedicato prefino una canzone a questo scooter Vespa, intitolata “50 Special”.
Nel 2007 è nata la Vespa S, erede della Vespa 50 Special.

Immagini: Depositphotos

MOTORI La storia della Vespa 50 Special