La classifica delle 7 moto più improbabili di sempre

BMW_K11) BMW K1
La BMW K1 è stata una moto turistica prodotta dalla ditta tedesca negli anni tra il 1988 e il 1993 in soli 6921 esemplari. Basata sulla precedente K100, montava un quadricilindrico da 987 cc, 4 valvole per cilindro raffreddato a liquido munito di iniezione elettronica, 5 marce con trasmissione finale ad albero cardanico. La moto è stata la prima delle BMW ad avere un motore a 16 valvole, nonché la centralina Motronic.

MZTS150
2) MZ Trophy
La MZ Trophy è stata una moto prodotta nella Germania dell’Est. La MZ era una casa costruttrice dell’allora DDR, e per un certo tempo è stata anche il brand più celebre nel settore delle moto dopo la BMW.

apriliamoto

3) Aprilia Motò 6.5
La Motó è stata una motocicletta dell’Aprilia prodotta in un’unica cilindrata (650 cm³), inserita tra quelle del segmento stradale della casa motociclistica di Noale. È stata prodotta dal 1995 al 2002. La sua maggiore particolarità è la linea estetica, commissionata nel 1994 a Philippe Starck.

Buell-RR1000-Battlewi

4) Buell RR1000
Il progetto Buell RR 1000 è una Harley-Davidson da corsa, con tanto di colori ufficiali, completamente carenata. Lo studio aerodinamico si è spinto a carenare persino tutta la ruota anteriore

​Honda CX 500 Turbo​
5) ​Honda CX 500 Turbo​
La Honda CX 500 Turbo è stata lanciata sul mercato alla fine degli anni Settanta: una bicilindrica raffreddata a liquido che sul mercato europeo ha ottenuto un riscontro tutto sommato buono di vendite nonostante un aspetto discutibile.

bimotatesi

6) Bimota Tesi2D

Nel 2005 viene prodotta la Tesi 2D. La moto resterà in produzione un paio anni. A indiscutibile difesa del sua design, la personalità forte che può permettersi una moto di nicchia.

laverdanavarro

7) Laverda Navarro
Giunta nell’epoca d’oro delle 125 stradali, la Laverda Navarro non seppe continuare la trazione che la vide apripista con la LZ nel lontano 1977. Dopo che la Lesmo non aveva incontrato molto successo, a Breganze con la Nuova Moto Laverda (sorta dopo la chiusura di quella storica) realizzarono la Navarro.

MOTORI La classifica delle 7 moto più improbabili di sempre