Honda CB1100RS café racer dal sapore vintage

Honda CB1100RS stile artigianale e minimalista ma dall’impronta sportiva

CB, una sigla magica nel mondo del motociclismo. Nel 1969 uscì la prima CB750 quattro cilindri in linea frontemarcia. Fino ad allora non c’era mai stato nulla di simile in campo motociclistico in termini di complessità meccanica e di possanza: fu l’inizio delle maxi, della rincorsa ai cavalli, ai cilindri, alla sofisticatezza tecnologica. Sul terreno restarono molte case motociclistiche inglesi e qualche italiana, incapaci di far fronte al cambiamento.

Oggi i quattro cilindri sono motori di nicchia, destinati per lo più alle supersportive, mentre sono i bicilindrici in tutte le loro forme a vivere un nuovo momento d’oro. Tuttavia CB è ancora una sigla che esiste nell’universo Honda, sia declinata come CB1100EX, cromo, ruote a raggi e una forcella più esile (da 41mm), sia in formato RS, con forcella Showa Dual Bending Valve con steli da 43mm e gli ammortizzatori con il serbatoio esterno e le ruote in lega leggera da 17.

Il motore è lo stesso: 4 cilindri linea da 1.140 cc bialbero a camme in testa, 4 valvole per cilindro, raffreddato ad aria e olio, dotato di condotti di aspirazione ridisegnati e di nuovi terminali di scarico più corti e leggeri.

La linea è caratterizzata dalla presenza del grande serbatoio realizzato senza saldature a vista che evocano la produzione artigianale, mentre il faro anteriore rotondo con una cornice di alluminio a specchio e i doppi quadranti della strumentazione ricordano i modelli Honda del passato; i fianchetti laterali sono anch’essi in alluminio ma qui è spazzolato; i gruppi ottici posteriori sono classicissimi nello stile ma sfoggiano una tecnologia a led.

Con la Honda CB1100RS si possono assaporare i piaceri di una guida vellutata ma corposa e trattabile anche a bassissimo numero di giri, e apprezzare la tecnologia e la cura costruttiva di una naked moderna. Il prezzo è di 13.900 euro.

MOTORI Honda CB1100RS café racer dal sapore vintage