Eicma 2016: la Suzuki va all’attacco

Tra Intermot e Eicma, Suzuki ha presentato nove nuove moto. A Milano, in evidenza anche il nuovo scooter Burgman 400

Suzuki all’attacco: con i nove nuovi modelli presentati tra l’Intermot di Colonia e l’Eicma di Milano, la casa giapponese ha chiarito quali siano le sue strategie per questo 2016 e per gli anni a venire. Dalla nuova GSX-R1000 al Burgman 400, dalle nuove 125 fino alla serie V-Strom, Suzuki punta a conquistare una crescente fetta di mercato sfruttando anche l’esperienza maturata sulle piste di tutto il mondo.

“Questa è solo l’inizio di un’offensiva di prodotti prevede il lancio di diversi nuovi modelli per ogni segmento di mercato ed è per questo che siamo confidenti che i nostri volumi di vendita e quota andranno crescendo nei prossimi anni – ha spiegato Enrico Bessolo, direttore commerciale del settore moto Suzuki in Italia – Per quest’anno ci siamo posti l’obbiettivo ambizioso di una crescita di volumi del 40% e altrettanto ambiziosi sono i nostri obbietivi negli anni a venire”.

“I nostri punti di forza? Tutti i nuovi modelli beneficiano di migliorie estetiche e di contenuti tecnologici che derivano direttamente dall’esperienza di Suzuki nelle gare di Sport Production e di Motogp: in particolare la GSX-R1000 è quello che ha attinto maggiormente dalle tecnologie della massima serie, diventando così la più potente, veloce, agile e performante GSX-R di sempre”.

Partiamo allora proprio dalla GSX-R1000: presente già l’anno scorso ma solo in versione prototipo, quest’anno la ‘litro’ è arrivata all’Eicma nella versione definitiva, mettendo in bella mostra il suo nuovo motore che porta i cavalli dai precedenti 185 a ben 202, con il conforto della fasatura variabile, che permette l’aumento dell’erogazione della potenza su tutta la curva in modo fluido e ‘gestibile’.

In generale, però, come detto, è l’allargamento della gamma delle proposte sulle cilindrate inferiori a rappresentare uno dei tratti caratterizzanti della strategia Suzuki. Ecco allora che all’Eicma facevano bella nostra nello stand oltre alla nuova naked, la GSX-S 750, una 4 cilindri da 114 CV, e alla quarto di litro GSX 250R, soprattutto le GSX-R 125 e GSX-S 125, con questi due ultimi modelli ‘candidati’ ad aprire i segmenti di sportive e naked ai più giovani, offrendo sempre un motore ad alto rendimento monocilindrico 4 valvole, telai ultraleggeri e sistemi elettronici in gran parte mutuati dalle ‘big’ della casa.

gsx-r125-gsx-s125

Stesso discorso pure per la famiglia enduro V-Strom, che a fianco della 1000 ha presentato la 650 e la nuova 250: anche in questo caso, le cilindrate ‘inferiori’ riprendono i punti di forza tecnici e di design della sorella maggiore, compreso il nuovo ‘becco’.

Dulcis in fundo, Suzuki ha svelato all’Eicma 2016 anche il nuovo, atteso Burgman 400, per ingolosire un mercato italiano da sempre attento alle novità nel settore degli scooter. Rivisto frontalmente e posteriormente in modo da risultare anche esteticamente più snello, il nuovo Burgman ha tra i punti di forza la comoda doppia sella e il motore, evoluzione del monocilindrico da 399 cc, ora più leggero, agile e performante nel pieno rispetto dell’Euro 4. L’attacco è iniziato.

MOTORI Eicma 2016: la Suzuki va all’attacco