Ducati Multistrada 1200 Enduro, spirito Globetrotter

A Ginevra Ducati ha portato la sua nuova Ducati Multistrada 1200 Enduro

Fra tante macchine, al Salone di Ginevra ha attirato lo sguardo dei visitatori anche una due ruote decisamente ambiziosa: si tratta della Ducati Multistrada 1200 Enduro già vista all‘EICMA e con cui la casa di Borgo Panigale vuole sfidare la BMW nel campo delle moto ‘travel/crossover’, adatte tanto ai lunghi viaggi su asfalto quanto alle più impegnative escursioni su sterrato.

“La BMW GS si può battere – ha dichiarato senza mezzi termini Claudio Domenicali, ad Ducati, citando la rivale più accreditata – Quando abbiamo pensato alla versione Enduro della Multistrada abbiamo voluto però creare una moto diversa, non una copia di una modello che pure è top seller. Volevamo un prodotto con un suo carattere e una sua credibilità, sempre nel rispetto del DNA Ducati

Di sicuro, la Multistrada 1200 Enduro si pone l’obbiettivo di essere una Ducati adatta per tutte le strade, come recita lo slogan di lancio “Globetrotter Attitude”. Per raggiungere l’obbiettivo si è badato ad ogni particolare, a partire dal serbatoio maggiorato da 30 litri per la massima autonomia, passando per l’ammortizzatore di sterzo voluto dai collaudatori per massimizzare la stabilità , fino ad arrivare ai cerchi in ruota più grandi (quello anteriore è da 19 pollici) per gestire al meglio la potenza dei 160 cavalli del Testastretta DVT e il comportamento sia in off-road sia su strade sconnesse.

Massima importanza anche alle soluzioni di elettronica, sempre mirate a garantire il controllo totale del mezzo. In questo senso spicca il cornering ABS-Bosch, regolabile su tre livelli, che ripartisce la frenata tra anteriore e posteriore e in piega limita l’azione frenante per la massima decelerazione senza perdite di aderenza o variazioni indesiderate di assetto. Per affrontare superfici insidiose in condizioni complicate, c’è poi la nuova funzionalità Vehicle Hold Control, che agevola le ripartenze in salita a pieno carico anche su fondi scivolosi, modulando il freno posteriore e lasciando al pilota l’unico compito di gestire acceleratore e frizione.

Se a questo aggiungiamo che nel 2016 Ducati offre una rete di assistenza diffusa in oltre 90 Paesi, con 766 tra service point e dealer con il ‘marchio’ della Rossa di Borgo Panigale, ecco che la sopracitata ‘Globetrotter Attitude’ ha tutti i motivi per essere chiamata in causa nei viaggi più o meno avventurosi. A quale prezzo? La Multistrada 1200 Enduro costa circa 21mila euro. Buon viaggio.

MOTORI Ducati Multistrada 1200 Enduro, spirito Globetrotter