Quando sono da cambiare le pastiglie dei freni

Scopriamo insieme curiosità e informazioni sulle pastiglie dei freni, elemento cardine della sicurezza di un veicolo

Pare necessario chiarire innanzitutto il principio di funzionamento di un impianto frenante. A grandi linee, la frizione fra due superfici a contatto fra loro, di cui una rotante, genera un attrito che permette al veicolo di fermarsi. Principali attori di questo copione sono i dischi e le pastiglie . I principali componenti che costituiscono le pastiglie sono una lamina metallica sul lato esterno, e una superficie interna mista in grado di generare attrito col disco.

Di certo la guida cittadina implica un quasi costante utilizzo dell’apparato frenante che andrà quindi a compromettere la durata di questi elementi. Altro momento di grande stress per i freni è rappresentato in condizioni di discesa o di percorso misto, quindi ricco di curve. Pensiamo ad esempio ad una strada di montagna . Basterà anche pensare che ogni volta che si preme il pedale del freno questo gesto dovrà rallentare, o fermare, un carico rappresentato dal peso totale dell’auto più i carichi esterni, quali passeggeri o bagagliaio pieno. Mantenere un apparato frenante efficiente al massimo rappresenta di certo la prima regola di sicurezza alla guida, controllare il grado di usura delle pastiglie periodicamente quindi. Cerchiamo di capire come individuare segni di usura attraverso semplici mosse.

Segnali di usura delle pastiglie vanno individuati mediante metodi di tipo acustico, pratico e visivo. Infatti quando il materiale che genera attrito si consuma lascia spazio ad un materiale metallico che venendo a contatto con il disco provoca il tipico stridio, giunti a questa situazione le pastiglie vanno immediatamente cambiate per evitare anche che il disco si consumi provocando fastidiosi problemi anche al portafogli. Per quanto riguarda la costatazione pratica sarà la sensibilità del guidatore stesso ad accorgersi che la vettura non frena più al meglio. Visivamente invece grazie alla capacità di vedere spesso attraverso i cerchi le pastiglie stesse, ci potremmo rendere conto dell’effetivo grado di usura raggiunto e procedere con la sostituzione o decidere di rimandarla.

Abbiamo quindi capito che è bene cambiare le pastiglie alle prime avvisaglie, ai primi rumori sospetti e alle prime situazioni di “allungamento di frenata“, questo ci eviterà una spesa di certo maggiore per un eventuale consumo anomalo dei dischi freno. La durata media inoltre si attesta più o meno sui 15000 km, tuttavia non è una durata standard, questa dipende da particolari condizioni di guida, dai percorsi praticati e anche dallo stile di guida del guidatore, pertanto non esagerate con una guida “cattiva”.

Immagini: Depositphotos

MOTORI Quando sono da cambiare le pastiglie dei freni