Tutte le novità del Codice della Strada in arrivo

Il progetto del nuovo Codice ha superato lo scoglio della Camera

Primo, importante passo verso la riforma del Codice della Strada: il testo della legge delega è stato infatti approvato dalla Camera con 246 sì e 9 no e passerà ora al vaglio del Senato. Tante le novità che dovrebbero essere introdotte nel nuovo codice, dall’ergastolo della patente, all’ipotesi di omicidio stradale fino al controllo dei proventi delle multe a innovazioni per strisce blu e rosa.

ERGASTOLO DELLA PATENTE – Nel nuovo Codice della Strada ci sarà la possibilità di revoca definitiva della patente per chi verrà accusato di omicidio colposo a seguito di una violazione del Codice stesso. La revoca ci sarà a prescindere nei casi in cui l’omicidio colposo sia stato commesso da un conducente con tasso alcolemico superiore ai 1.5 g/l o sotto l’effetto di stupefacenti. revoca anche in caso di omicidio colposo con più vittime o morte di una persona e lesioni per un altro o più individui.

OMICIDIO STRADALE – La legge delega prevede anche l’introduzione nel codice penale della fattispecie dell’omicidio colposo ‘stradale’, ovvero per infrazione di norme del Codice della Strada, come doloso e non colposo, soprattutto se commesso sotto l’effetto di alcool o stupefacenti.

DECURTAZIONE PUNTI DELLA PATENTE – Anche i minorenni saranno soggetti alla decurtazione dei punti della patente quando commettono infrazioni a bordi di ciclomotori. Punti e sanzioni verranno poi graduate in funzione della reale pericolosità del comportamento.

BANCA DATI OPEN SOURCE – Verrà creata una nuova banca dati unica ‘open source’: chiunque potrà verificare infrazioni stradali, veicoli e punteggio sulle patenti.

MULTE GRADUALI SU STRISCE BLU – In futuro la multa per chi ‘sfora’ il tempo del parcheggio sarà graduale in base al tempo di permanenza non pagata. In sostanza, se si ‘sfora’ di dieci minuti si pagherà meno che se si sfora di trenta.

MAGGIORE TUTELA DELLE STRISCE ROSA – Aumentate, invece, le multe per chi parcheggia abusivamente nelle ‘strisce rosa’, gli spazi destinati dai Comuni a donne incinte o con bambini piccoli.

CONTROLLO TELEMATICO DEI VEICOLI – Nel progetto del nuovo Codice c’è anche l’intenzione di favorire il controllo telematico dei veicoli: si potrà verificarne stato dell’assicurazione, revisione e perfino se è stato rubato o sottoposto a misure particolari. Contemporaneamente aumenteranno le multe per chi circola senza assicurazione.

DESTINAZIONE SPECIFICA PER PROVENTI MULTE – Nel progetto c’è anche la volontà di destinare almeno il 15% dei proventi delle multe a fondi specifici per intensificare stradali e finanziare un piano nazionale di sicurezza stradale.

RIDUZIONE LIMITE VELOCITA’ CITTADINO – Prevista anche la possibilità di ridurre ulteriormente il limite di velocità a 30 chilometri orari in alcune zone delle città, ad esempio vicino a ospedali e scuole.

PIU’ SPAZIO E ATTENZIONE ALLE BICICLETTE – In ottica ‘verde’, la delega prevederà di favorire l’utilizzo delle biciclette, sia favorendone la circolazione nelle corsie riservate a mezzi pubblici, sia promuovendone l’utilizzo in condizioni di sicurezza, in particolare modo per gli under 14.

SCOOTER IN AUTOSTRADA – Si potrà andare in autostrada e superstrada con uno scooter inferiore ai 150 cc, purché sia di almeno 120 cc e guidato da maggiorenne

NUOVE NORME PER IL CAR POOLING, VIA LIBERA AL CICLOTAXI – Verrà ridefinito il concetto di car-pooling: nello specifico, sarà tale un servizio di trasporto non remunerato basato sull’uso condiviso di veicoli privati tra due o più persone che debbano percorrere lo stesso tragitto. Spazio anche al ciclo-taxi, ovvero la possibilità di svolgere un "servizio di piazza con velocipedi".

MOTORI Tutte le novità del Codice della Strada in arrivo