Occhio alle multe false: nuova truffa via posta

L’ennesima truffa è dietro l’angolo e questa volta arriva da oltre confine. Ora vi spieghiamo perché.

La sede calabrese di Adiconsum ha segnalato numerosi automobilisti che si sono rivolti allo sportello, perché avevano ricevuto nella buca delle lettere una multa, con importo da pagare anche di 250 euro, per non aver esposto, e quindi per non aver pagato, il tagliando del parcheggio sulle strisce blu.

La multa è falsa. Ecco i quattri segnali che vi devono indurre a non pagare questa multa e ad informate le Forze dell’Ordine.

1. Come metodo di pagamento viene indicato il bonifico bancario e non come di consueto, il bollettino postale o il tagliando per il pagamento presso il tabaccaio o la ricevitoria

2. La targa del veicolo non corrisponde (modello e colore sì)

3. Il luogo è quello della città d’appartenenza, ma magari non ci si è mai recati

4. La busta proviene da una città della Croazia.

MOTORI Occhio alle multe false: nuova truffa via posta