Telepass Pyng: come funziona il servizio e cosa fare per evitare multe

Telepass Pyng è un servizio innovativo grazie al quale si possono pagare le strisce blu tramite smartphone. Vediamo come funziona e come evitare le multe

Ad inizio 2015 la Società Autostrade ha presentato ai propri clienti un servizio innovativo chiamato Telepass Pyng che permetterà agli utenti dei parcheggi di alcune delle principali città italiane di pagare la sosta nelle strisce blu tramite smartphone. Per poter accedere al servizio bisogna essere clienti Telepass ed aver installato sul proprio smartphone l’App Telepass Pyng. In questo modo si potrà parcheggiare senza dover utilizzare i parcometri o i vecchi tagliandi da grattare a mano.

L’attivazione del servizio Telepass Pyng è molto semplice. Prima di tutto bisogna installare sul proprio smartphone l’App disponibile sia per dispositivi iOS che Android. Dopo aver eseguito l’accesso all’area riservata ai clienti Telepass Club bisogna indicare il numero di contratto Telepass da associare al servizio e successivamente scegliere le proprie credenziali per accedere a Telepass Pyng sul proprio smartphone. Attualmente il servizio è presente nelle città di Milano, Napoli, Roma, Salerno e Torino e presto verrà esteso in gran parte delle maggiori città italiane.

Vediamo ora nel dettaglio come funziona Telepass Pyng. L’App installata sullo smartphone rileva in modo automatico la propria posizione e quindi la zona in cui abbiamo parcheggiato, ma nel caso in cui ci fossero problemi con il segnale GPS si può inserire manualmente l’indirizzo tramite l’interfaccia di Telepass Pyng. Attraverso l’applicazione si può impostare la durata prevista della sosta oltre che scegliere il numero di targa dell’auto che usufruisce del servizio (che può essere una di quelle associate al Telepass oppure una nuova). In qualsiasi momento è possibile anticipare o posticipare l’orario in cui terminerà la sosta di modo da pagare l’importo dovuto per i minuti di sosta effettivi.

Alcuni utenti distratti si sono ritrovati una multa sul parabrezza nonostante avessero pagato la sosta del parcheggio tramite il loro smartphone con l’App Telepass Pyng. Per evitare disguidi di questo genere (ai quali si può rimediare recandosi negli uffici della polizia municipale per farsi revocare la multa) è necessario esporre sul parabrezza della propria auto il tagliando Pyng. Non tutti i comuni prevedono l’obbligatorietà dell’esposizione del tagliando (che si può scaricare dal sito Telepass), ma per evitare di vedersi recapitata una multa è bene evidenziare in modo corretto agli “ausiliari del traffico” che si sta fruendo del servizio Telepass Pyng e che il pagamento è stato effettuato.

MOTORI Telepass Pyng: come funziona il servizio e cosa fare per evitare ...