Proposta choc dell’Aci: revisione annuale per le auto

"Sulle nostre strade circolano troppe auto, troppo vecchie" ha dichiarato il presidente dell'ACI, Angelo Sticchi Damiani.

 "Sulle nostre strade circolano troppe auto, troppo vecchie" ha dichiarato il presidente dell’ACI, Angelo Sticchi Damiani, nell’ambito dell’apertura della 69^ Conferenza del traffico e della circolazione. 

In Italia aumenta infatti l’età media del parco auto circolante che è il più obsoleto d’Europa: l’età media delle quattro ruote è ormai di 9,5 anni. Troppe secondo l’ACI che propone di raddoppiare le revisioni per quelle che superano i 10 anni.

"Il rischio di morire in un incidente a bordo di un veicolo di 10 anni è più che doppio rispetto a una vettura di nuova immatricolazione. Per rendere comunque più sicuro un parco circolante così obsoleto è opportuno prevedere l’obbligo di revisione annuale per i veicoli con più di 10 anni di età". 

Appoggia la proposta ACI di raddoppiare le revisioni per le auto più vecchie anche Guidalberto Guidi, presidente di Ducati Energia. "Alcune auto sembrano pezzi da circo. Le revisioni auto devono essere fatte di più e meglio. In tema di mobilità abbiamo lasciato attorcigliarsi tanti problemi: oggi ci confrontiamo con una matassa che va sbrogliata sapendo bene dove vogliamo andare", ha dichiarato Guidi. 

Per i possessori di veicoli storici è una ulteriore provocazione quella dell’Aci. 

La Legge di Stabilità, la cui bozza è stata approvata dal Consiglio dei Ministri, ha infatti abrogato i commi 2 e 3 della legge 342/2000 che prevedevano per i veicoli con età compresa tra i 20 e i 30 anni il bollo di circolazione ridotto se valutati di interesse storico, previa quindi attestazione di storicità per il proprio veicolo da parte dell’Asi.

 
MOTORI Proposta choc dell’Aci: revisione annuale per le auto