Limiti di velocità e tolleranze

La tolleranza sui limiti di velocità porta a una lieve diminuzione delle sanzioni

Il codice della strada, per evitare eventuali errori degli strumenti di misura, ha elaborato una tecnica per fare in modo che questi sbagli non si ripercuotano sui conducenti. Questa tecnica viene definita tolleranza sui limiti di velocità e consiste nella riduzione dei limiti stessi in base a specifici parametri. Fino a 100 Km/h viene applicata una riduzione sulla velocità di 5 Km/h. Dai 100 Km/h la riduzione avviene nell’ordine del 5%.

A questi parametri si devono aggiungere delle riduzioni (come quella del 30%) nel momento in cui si verificano casi particolari. Il calcolo della sanzione pecuniaria e di un’eventuale detrazione dei punti sulla patente, avviene in questa maniera: fino a 100 Km/h, se il conducente va a 58 Km/h subisce una riduzione della velocità a 53 Km/h; se il conducente va oltre i 100 Km/h, per esempio a 140 Km/h la riduzione è di 133 Km/h (140×0,95). Per facilitare il calcolo della sanzione è stata elaborata una tabella che comprende il tipo di strada che il conducente ha percorso, il limite di velocità vigente sulla stessa, la tolleranza ammessa e gli articoli con commi annessi di riferimento (ART. 142, commi 7,8,9 e 9 bis).

A questi parametri se ne aggiungono 2 che riguardano due fattispecie specifiche. È bene sapere che, per l’articolo 142, commi 7 e 8 è possibile sfruttare una detrazione del 30% sulla sanzione, ma solo se il pagamento avviene entro 5 giorni dalla constatazione o dalla notifica. Se il quinto giorno è festivo, la multa può essere pagata il giorno lavorativo successivo. L’applicazione di questa riduzione non riguarda i commi 9 e 9 bis, cioè in quelli dove il limite di velocità superato oltre i 100 Km/h va oltre i 40 Km/h (esclusa la tolleranza).

Per quanto riguarda la riduzione della multa concernente l’articolo 142 comma 7, se la violazione avviene tra le 7:00 e le 22:00, con un valore di 41 euro, la riduzione fa calare la stessa a 28,70 euro. Se la violazione avviene tra le ore 22:00 e le ore 7:00 la sanzione è di 54,67 euro e con la riduzione scende a 38,27 euro. Seguendo l’articolo 142 comma 8, l’infrazione commessa (tra le ore 7:00 e le ore 22:00) ha un costo di 168 euro e ridotta a 117 euro.

Se invece avviene tra le 22:00 e le 7:00, la sanzione ammonta a 224 euro e si diminuisce a 156,80 euro. Nel momento in cui si va incontro a una recidiva dell’art 142 comma 9 (più volte in 2 anni), s’incorre al ritiro della patente da 8 a 18 mesi. Se invece la recidiva riguarda il 9 bis, la patente viene revocata. Nonostante la tolleranza nei limiti di velocità , è sempre necessario guidare con prudenza, rispettare le regole vigenti, e cosa molto importante usare il massimo della sicurezza.

Immagini: Depositphotos

MOTORI Limiti di velocità e tolleranze