Il telepass è valido anche all’estero ?

Il telepass può essere utile anche all'estero, ed è possibile usarlo in 5 paesi

Usare il telepass anche all’estero sarà presto una realtà. La società fornitrice del servizio ha presentato un dispositivo che sarà unico e valido per viaggiare in ben 5 Paesi: Francia, Portogallo, Spagna, Belgio e, naturalmente in Italia. Non sarà, quindi, più necessario munirsi di un nuovo dispositivo per poter provvedere al pagamento del pedaggio nei sopramenzionati Paesi.

Ad usare il telepass in Europa, siamo ben in nove milioni. Dei 620 mila mezzi pesanti italiani, già 80 mila usufruiscono del servizio di pagamento all’estero. La quota nella sola Francia è dell’ 11%. In questa zona si concentrano, infatti, gran parte dei flussi di trasporto europei, in particolare diretti da Est a Ovest d’Europa.

Il numero di apparati da apporre sui parabrezza dei veicoli pesanti, grazie al nuovo telepass, si riduce notevolmente. E’ stato poi creato un portale Web unico per tutti i cinque Paesi che usufruiscono del servizio. Qui i clienti potranno facilmente ed ovunque: gestire i propri dispositivi e monitorare giornalmente i costi del pedaggio.

L’aggiunta dell’opzione “premium” al proprio telepass permette, inoltre, di accedere ad un pacchetto ulteriore di servizi appositamente studiati per essere utili sia per chi viaggia per lavoro che per chi è in vacanza. Il pacchetto include: sconti nelle aree di servizio, agevolazioni sulla manutenzione della vettura, oltre che ad una piccola riduzione sul pedaggio. Vi fa parte anche il soccorso meccanico gratuito in autostrada.

Per avere un telepass non è necessario comprarlo, è un dispositivo che si nolleggia. Il suo canone è mensile e viene conteggiato ogni trimestre. Ci sono vari modi per poterlo richiedere. Un modo è presso uno dei tanti “Punto Blu“, sparsi nella rete autostradale. E’ possibile richiederlo anche in banca, infatti tutte le banche sono convenzionate con Telepass S.p.A., oppure presso gli uffici postali.

Immagini: Depositphotos

MOTORI Il telepass è valido anche all’estero ?