Il decalogo della sicurezza stradale: segui tutte le regole?

La Fia ha lanciato una nuova campagna sulla sicurezza stradale

La Fia ha lanciato un appello on-line nell’ambito della campagna "Action for Road Safety", stilando dieci regole per viaggiare sicuri. Tra i firmatari anche Lewis Hamilton, campione di Formula 1 in carica, Jeand Todt, presidente della FIA, e Angelo Sticchi Damiani, presidente dell’ACI. Ecco allora le dieci regole ricordate nella campagna, sostenuta anche da colossi industriali come Michelin, Coca-Cola e Petronas, Nissan e Iveco.

1) Allacciare le cinture di sicurezza: una regola che vale per tutti, anche per chi siede sui sedili posteriori.

2) Rispettare il codice della strada: seguire le norme del codice della strada è alla base di un corretto e sicuro comportamento alla guida.

3) Rispettare il limiti di velocità: l’aumento della sicurezza grazie ad airbag non significa avere più libertà al volante, anche perché se chi guida è più protetto, lo stesao non si può dire di chi è spesso vittima dei pirati della strada, come pedoni e bambini.

4) Controllare gli pneumatici. Un pneumatico in ottime condizioni è alla base di una guida sicura. Controllare sempre, quindi, le condizioni delle gomme, in primis usura e pressione, anche della ruota di scorta.

5) Guidare solo se si è lucidi. Non mettersi mai al volante sotto l’effetto di alcol o droghe, micidiali nell’alterare riflessi e attenzione.

6) Proteggere i bambini a bordo. Prestare massima attenzione ai bambini in macchina, garantendone la sicurezza con seggiolini e quanto necessario.

7) Evitare ogni distrazione, in primis con il cellulare. Telefonare, o peggio, mandare messaggi con il cellulare è estremamente pericoloso: basta un attimo di distrazione e si rischiano incidenti. Usare quindi il vivavoce o fermarsi se c’è necessità di telefonare.

8) Fermarsi quando si è stanchi. Una delle principali quanto sottovalutate causa di incidente stradale è la stanchezza. Se si ha sonno, meglio fare una sosta per riposarsi o fare una breve passaggiata all’aria aperta. Meglio arrivare tardi che non arrivare affatto.

9) Indossare il casco. Le regole di sicurezza non riguardano solo chi guida auto ma pure chi viaggia in moto e perfino in bicicletta. In entrambi i casi, usare il casco è la prima regola sicurezza.

10) Essere cortese e rispettoso. Rispettare gil altri conducenti aiuta a non innervosirsi al volante e a non incorrere in spiacevoli dispute stradali che spesso portano dal codice stradale al codice penale.

MOTORI Il decalogo della sicurezza stradale: segui tutte le regole?