I vantaggi di un’auto ibrida: ecco dove non si paga il bollo

Guida alle zone in cui non è necessario pagare il bollo se si è in possesso di una vettura ibrida

Ormai entrate in pianta stabile nel mercato automobilistico da circa 4 anni, le auto ibride hanno conquistato in breve tempo una cospicua fetta di automobilisti, sempre più attratti dai numerosi vantaggi portati dal possedere una vettura a doppia alimentazione.

Le statistiche sono rosee in questi primi due mesi del 2016, in cui le vendite delle auto ibride sono quasi raddoppiate rispetto alle cifre nello stesso periodo dello scorso anno. Oltre a dare una grossa mano all’ambiente riducendo le emissioni, le auto ibride fungono anche da balsamo sulle finanze, sempre più gravate dalle numerose tasse legate al possesso di un’ automobile.

I livelli di inquinamento sempre più alti nelle città hanno portato i Comuni e le Regioni ad adottare diverse misure per tutelare l’ambiente, e il passaggio da automobili a benzina a quelle ibride o elettriche rientra tra queste. Sono dunque molte le regioni italiane a favorire tale passaggio agevolando l’acquisto di macchine ibride, fornendo incentivi ed esenzioni fiscali.

Le regioni Campania e Puglia hanno infatti rimosso per 5 anni la tassa di proprietà a tutti coloro i quali possiedono un’auto ibrida.

Stessa esenzione, per 3 anni però, in Lazio, Lombardia, Umbria e Veneto. Diverse le norme in Emilia Romagna, dove l’esenzione dalla tassa di proprietà è valida per i primi tre anni ma solo sulle vetture alimentate a benzina, non quelle a diesel. In quasi tutte le regioni poi le auto ibride godono di vantaggi fiscali, come l’esenzione dal pagamento del bollo[/iol_link] , l’ingresso senza restrizioni nelle Ztl, la libera circolazione nei giorni di blocco del traffico (o nei giorni di targhe alterne) e il parcheggio gratuito sulle strisce blu, bonus da considerare soprattutto per chi lavora nelle zone centrali delle grandi città, dove ormai è sempre più difficile trovare parcheggi liberi.

I numerosi vantaggi portati da un’auto ibrida, fra cui l’abbattimento del consumo della benzina, hanno spinto tantissimi automobilisti ad investire in questo tipo di vetture, attirati soprattutto dai benefici a lungo termine a livello economico.

Strizzare l’occhio all’ambiente è ormai sempre più improtante, ed è anche per questo motivo che si spiega il boom di tale settore; le ibride inoltre forniscono un’elevata affidabilità a tutti gli automobilisti ancora non pienamente convinti del passaggio da una vettura a benzina a una totalmente elettrica[/iol_link]. Le auto ibride riducono anche l’inquinamento acustico, sempre più un problema specialmente nelle grandi città, grazie ai motori elettrici silenziosi.

Immagini: Depositphotos

MOTORI I vantaggi di un’auto ibrida: ecco dove non si paga il boll...