Cosa fare in caso d’incidente con auto non assicurata

Quasi 4 milioni di automobilisti viaggiano su un’auto priva di assicurazione: cosa fare in caso d’incidente?

Può sembrare una cosa impossibile, tuttavia si può verificare un incidente con auto non assicurate. Sono circa 4 milioni, in due parole significa che c’è l’8,7% di probabilità di avere un incidente con un’auto non assicurata (1 ogni 10 macchine).

In caso di sinistro interviene il Fondo per le Vittime della Strada. L’organo è stato istituito nel 1969 e diventato attivo nel 1971. È gestito dalla CONSAP, MISE, IVASS, e in esso ci sono rappresentanti delle compagnie assicurative e delle associazioni dei consumatori. Poiché l’auto è priva di assicurazione, il risarcimento viene erogato da compagnie assicurative scelte dall’IVASS. Per ogni regione c’è una compagnia specifica sulla quale rifarsi. Fare molta attenzione anche a quelle auto che possiedono una finta assicurazione.

Il fondo di garanzia interviene in base ai massimali (1 milione per danni a cose e 5 milioni per danni a persone) inerenti al momento in cui avviene l’incidente. Nel dettaglio, l’associazione interviene in caso di: incidente con auto non identificata (risarcimento totale solo per danni a persone), sinistro con auto rubata (risarcimento danni a persone, beni, soggetti a bordo o cose secondo massimali fissati dall’assicurazione), auto non assicurata (copertura danni a persone e cose). Nel caso in cui l’incidente avvenga con un’auto che ha stipulato una copertura assicurativa con una compagnia obbligata alla liquidazione, spetta sempre al fondo di garanzia coprire eventuali danni a persone e cose.

Per ricevere il risarcimento dal fondo per le vittime della strada, bisogna collegarsi al sito della CONSAP e cercare l’apposito modulo. Compila, stampa e invia alla compagnia assicurativa scelta dal fondo di garanzia per la tua regione. Un’altra copia inviala alla CONSAP mediante raccomandata. La richiesta deve contenere: data, ora luogo, dinamica incidente, dati anagrafici del possessore e di chi guida il veicolo. A queste si aggiungono il numero di targa, modello delle auto coinvolte, dati anagrafici delle forze dell’ordine presenti sul luogo dell’incidente e la compagnia assicurativa dell’altro veicolo.

Infine, riporta l’importo del danno a persone e cose. Nel primo caso devi allegare una copia della perizia medico legale (con attestato di guarigione) e nel secondo caso, il preventivo del carrozziere.

Immagini: Depositphotos

MOTORI Cosa fare in caso d’incidente con auto non assicurata