Come tenere pulito il motore a Gpl

Usare un additivo per gpl è indispensabile per mantenere il motore gpl della propria auto sempre pulito ed efficiente ed evitare quindi interventi di riparazione

Un additivo per Gpl è ciò che non deve mai mancare per tenere sempre pulito il motore di un auto dotata di impianto di questo tipo. Ma cos’è il Gpl? La sigla significa letteralmente Gas di Petrolio Liquefatto ed in sostanza si tratta di una miscela di propano e butano che, se compressa, passa dallo stato gassoso a quello liquido. Il Gpl è una valida alternativa alla benzina ma essendo un combustibile meno raffinato rispetto a quest’ultima necessita una manutenzione significativamente più frequente.

Tenere pulito il motore Gpl è quindi indispensabile se si vogliono evitare spiacevoli (e costosissimi) interventi di riparazione. Tuttavia è importante distinguere se si è scelto di installare l’impianto a Gpl autonomamente o se si dispone di un’autovettura che ne è già dotata. Nel primo caso, infatti, il motore non è stato progettato dalla casa automobilistica per funzionare con questa tipologia di carburante e necessita, di conseguenza, di maggior verifiche per evitare problemi di funzionamento. Bisognerà, dunque, controllare periodicamente la sonda lambda e le candele ed eventualmente consultare il proprio meccanico di fiducia per prendere in considerazione l’ipotesi della sostituzione di queste ultime con quelle per il Gpl.

La pulizia periodica del motore Gpl richiede, inoltre, il cambio del filtro in fase gas del Gpl al massimo ogni 15.000 km unito alla pulizia costante del filtro in fase liquida. Indispensabile, ogni volta che si cambia il filtro, è senza alcun dubbio l’uso degli additivi specifici per questa tipologia di impianto, studiati per ripulire il serbatoio dalle incrostazioni causate dal combustibile. E’ importantissimo sapere, inoltre, che i serbatoi si usurano in maniera relativamente veloce ed è per questo che devono essere controllati periodicamente e sostituiti obbligatoriamente dopo la scadenza, che per legge è di 10 anni.

Nonostante richiedano interventi di manutenzione più frequenti e complessi, le auto Gpl stanno conquistando una fetta sempre più ampia del mercato, non solo per via degli incentivi ma anche e soprattutto per il risparmio economico che esse garantiscono rispetto a quelle a benzina o a diesel. Moltissime sono, infatti, le case automobilistiche che hanno iniziato a produrre vetture ibride benzina/Gpl, un metodo di alimentazione in rapida diffusione anche su veicoli notoriamente più potenti come, ad esempio, i suv.

MOTORI Come tenere pulito il motore a Gpl