Come si legge la patente?

La patente si legge tramite una serie di voci riportate sul documento stesso che indicano varie informazioni base che possono servirci per le operazioni più comuni.

 

Saper leggere la patente è un‘operazione importante che spesso evitiamo o tralasciamo; in essa sono racchiusi vari elementi che ci consentono di sapere quando è stata rilasciata, da chi è stata rilasciata, la scadenza per rinnovarla in tempo e il numero che ci consente di controllare il saldo dei punti residui comodamente da casa.

Il 19 Gennaio 2013, con l’entrata in vigore della terza direttiva EU è stata introdotta la patente di guida europea che garantisce ai conducenti una rinnovata libertà di movimento rafforzando la sicurezza e scongiurando il pericolo di frode; vediamo quali sono le principali differenze rispetto alla patente emesse prima di tale data.

Legenda frontale della patente

 

Come si legge la patente?

 

1. Cognome del titolare
2. Nome del titolare
3. Data e luogo di nascita del titolare
4a. Data del rilascio
4b. Data di scadenza
4c. Sigla dell’ufficio di rilascio del documento
5. Numero della patente
6. Foto del titolare
7. Firma del titolare
8. Indica la residenza per le patenti in vigore prima della normativa europea (prima del 2013)
9. Categoria (patente A, patente B e così via)

Il dato 6 non è riportato sulla patente e corrisponde alla foto, inoltre il dato 8 che indica l’indirizzo di residenza è recentemente sparito in quanto il Ministero dei trasporti ha recepito la normativa europea che abolisce iltalloncino adesivo da applicare in caso di rinnovo o di cambio residenza. Oggi, ogni qualvolta si deve rinnovare la patente di guida ne viene rilasciata una nuova in formato tessera con i dati aggiornati stampata contecnologia laser, ma priva della residenza, il tutto per contrastare eventuali falsificazioni.

Legenda del retro patente

 

Come si legge la patente?

 

9. Categoria (patente A, patente B e così via)
10. Data di rilascio della patente nella forma giorno, mese, anno
11. Data della scadenza della patente, indicata per ogni categoria nella forma giorno, mese, anno
12. In questo campo per i documenti rilasciati prima del Gennaio 2013 possono venire annotate varie restrizioni facenti riferimento alle patenti intermedie. Per le patenti emesse dopo tale data invece possono essere riportate indicazioni supplementari in forma codificata che indicano modifiche al veicolo, particolari condizioni del conducente (motivi medici) o questioni amministrative.

13. Questo spazio è riservato per l’eventuale iscrizione da parte dello Stato membro ospitante, delle indicazioni indispensabili alla gestione della patente (solo per le patenti emesse a partire dal Gennaio 2013).
I due riquadri in alto a sinistra erano utilizzati prima della patente europea per apporre eventuali contrassegni adesivi che indicavano cambiamenti di residenza e rinnovi.

Il riquadro orizzontale in basso, sotto le categorie indicate con i punti 9, 10, 11, 12 può essere compilato con dei codici che fanno riferimento a particolari limitazioni del titolare della patente, come ad esempio l’obbligo di uso di lenti, di protesi acustiche o l’obbligo di utilizzare un veicolo dotato di cambio automatico. Può essere segnalata anche la conversione di una patente estera o il duplicato della stessa.

 

MOTORI Come si legge la patente?