Come rabboccare il liquido del tergicristalli

E' importante sapere come rabboccare il liquido del tergicristalli in quanto garantisce una maggiore visibilità della strada e aumenta la nostra sicurezza di guida.

Uno dei controlli importanti da effettuare quando ci mettiamo in marcia per un lungo viaggio (ma non solo) è quello di controllare oltre all’olio motore e al liquido refrigerante, la vaschetta del liquido dei tergicristalli. Un parabrezza sporco infatti limita la visibilità durante il viaggio e compromette la sicurezza del conducente e dei passeggeri. E’ importante quindi assicurarsi che la vaschetta contenga il liquido necessario per assicurare un parabrezza pulito in caso ad esempio di percorrenze su strade polverose o fangose. La vaschetta del tergicristallo, ricordiamo e specifichiamo che è ben distinta dalla vaschetta di espansione del liquido refrigerante; assicuriamoci di identificare l’una e l’altra prima di procedere.

Rabboccare con acqua

Se siamo in emergenza rabboccare con sola acqua può risolvere il problema, ma appena ne abbiamo la possibilità dobbiamo inserire il giusto liquido o la giusta miscela. Rabboccare continuamente con sola acqua può essere un problema in quanto non riesce a detergere il parabrezza in caso di sporco, congela a basse temperature e può occludere il circuito stesso con il calcare costringendo il malcapitato ad andare in officina.

Liquido pronto all’uso o concentrato

Se optiamo per l’acquisto di un liquido pronto all’uso non dovremo fare altro che individuare il tappo della vaschetta del liquido del parabrezza, aprirlo e rabboccare fino al massimo consentito. Nel caso in cui optassimo per un liquido concentrato dovremo miscelare in un altro contenitore acqua preferibilmente demineralizzata e il prodotto nelle quantità indicate dalla confezione stessa. L’acqua di rubinetto può contenere molto calcare e otturare gli ugelli. Sia il liquido pronto all’uso che quello concentrato offrono una grande protezione al freddo e quindi mettono al riparo la vaschetta dal congelamento e permettono nelle stagioni fredde di non preoccuparsi della manutenzione dell’ impianto. Il loro potere sgrassante è elevato e consentono di rimuovere facilmente smog, unto e insetti in poco tempo.

Come realizzare il liquido del tergicristallo in fai da te

Nel caso in cui volessimo miscelare e realizzare in casa il liquido del tergicristallo è importante non utilizzare acqua di rubinetto che andrebbe a depositare residui sul fondo della vaschetta, compromettendo a lungo andare la pompa elettrica e otturando le tubazioni e gli ugelli.

Acqua demineralizzata, sapone per piatti, ammoniaca e alcool denaturato

Possiamo quindi miscelare in un contenitore adatto una piccola quantità di sapone per piatti con acqua demineralizzata. Se esageriamo con la dose di sapone per piatti avremo un parabrezza che invece di essere pulito sarà pieno di schiuma difficile da rimuovere in viaggio. A questo punto possiamo aggiungere dell’ammoniaca che fungerà da sgrassante, senza eccedere. L’ultimo ingrediente è l’alcool denaturato che assumerà la funzione di antigelo; se vogliamo verificare il punto di congelamento della miscela così ottenuta possiamo lasciare un bicchiere con il composto fuori dalla finestra per una notte e verificare il giorno dopo per eventualmente rincarare le dosi. L’alcool denaturato può danneggiare la gomma di cui è composto il sistema (spazzole, condotti e guarnizioni), si consiglia quindi di non esagerare.

MOTORI Come rabboccare il liquido del tergicristalli