Come rabboccare il liquido di raffreddamento

Rabboccare il liquido di raffreddamento è molto importante e osservarlo ci permette di capire se il motore ha un qualche tipo di problematica e agire di conseguenza

Controllare a intervalli regolari il livello del liquido refrigerante o di raffreddamento è molto importante per evitare spiacevoli sorprese e agire in tempo per porre rimedio ad eventuali problematiche che potrebbero aggravarsi nel corso del tempo se ignorate. Il controllo del livello del liquido o antigelo si effettua in modo visivo ispezionando o il radiatore o la vaschetta di espansione; il livello a motore freddo deve essere compreso tra il minimo e il massimo (MIN e MAX). Il rabbocco lo si effettua svitando il tappo presente o sul radiatore o sulla vaschetta di espansione; aiutiamoci con un imbuto onde evitare di imbrattare il vano motore.
A secondo di quello che troveremo dovremo agire di conseguenza:

Liquido di color marrone

Se l’antigelo si presenta di color marrone è possibile che sia esausto, è quindi il caso di sostituire il liquido di raffreddamento. Potrebbe anche essere indice di problemi più gravi; a sostituzione avvenuta teniamo sotto controllo il colore e la formazione di eventuale emulsione, in tal caso dovremo rivolgerci ad un meccanico per escludere la rottura della guarnizione della testata.

Sopra il livello massimo

Abbiamo esagerato oppure al precedente tagliando hanno rabboccato oltre il livello consentito. E’ inutile andare oltre al livello del massimo in quanto il circuito di raffreddamento prevede comunque una valvola di sfiato che interviene quando la pressione del liquido supera quella consentita.

Vicino al Massimo o poco sotto

In questo caso non dobbiamo fare nulla a parte controllare il colore e agire di conseguenza.

Tra minimo e massimo

Nella maggior parte dei casi non è necessario rabboccare; infatti ad auto calda, se apriamo il cofano e controlliamo vedremo che il livello sarà salito fino a quasi quello del massimo, in quanto l’acqua calda espande il proprio volume.

Vicino al minimo o al minimo

Rabbocchiamo senza esagerare con liquido possibilmente dello stesso colore e con le stesse caratteristiche; consultiamo il manuale di uso e manutenzione oppure chiediamo ad un autoricambi, ci saprà consigliare. Valgono anche in questo caso tutti i suggerimenti di cui sopra.

Sotto il minimo

Rabbocchiamo e controlliamo la presenza di perdite, cerchiamo di seguire il percorso del circuito di raffreddamento per individuare eventuali perdite. Non sempre è possibile individuarle immediatamente, in questo caso prendiamo un cartone e stendiamolo sotto l’auto per escludere o confermare perdite di liquido refrigerante. Nel caso in cui non dovessero esserci perdite teniamo sotto stretto controllo il livello dell’antigelo; se dopo qualche giorno notiamo che scende inesorabilmente anche dopo vari rabbocchi è il caso di rivolgersi ad un meccanico onde escludere la guarnizione della testata. Ignorare questo problema può portare all’inesorabile rottura del motore con conseguente e ingente esborso economico; meglio agire in tempo.

MOTORI Come rabboccare il liquido di raffreddamento