Come pulire il filtro antiparticolato

Sapere come pulire il filtro antiparticolato è indispensabile per migliorarne le prestazioni e aumentarne la durata

Sapere come pulire il filtro antiparticolato è indispensabile per migliorarne le prestazioni e aumentarne la durata. Ecco tutte le informazioni utili

Per capire come pulire il filtro antiparticolato bisogna innanzitutto conoscere le sue caratteristiche. Spesso abbreviato in FAP, il filtro antiparticolato è un sistema montato dalle case automobilistiche sui motori diesel, ma in arrivo anche su quelli a benzina. Lo scopo di questa tecnologia è limitare l’emissione di particelle inquinanti.

Il funzionamento è semplice: il filtro cattura in una camera di combustione il particolato atmosferico, per poi eliminarlo durante la cosiddetta fase di rigenerazione. La rigenerazione consiste in un processo di combustione delle polveri sottili, attivato automaticamente dal sistema e comunicato al conducente dall’accensione di una spia. Se si guida soprattutto in città, la rigenerazione può partire in ritardo a causa delle soste frequenti. Per questo conviene percorrere periodicamente un tratto extraurbano per almeno mezz’ora, così da permettere al filtro antiparticolato di aumentare la temperatura e avviare la combustione.

Tutti i FAP delle auto diesel, tranne i modelli DiDOC, devono essere puliti per eliminare i detriti. Prima di scoprire come pulire il filtro antiparticolato è bene far chiarezza sulla frequenza della pulizia. In linea di massima valgono le seguenti regole:
• ogni 50.000 km o 6 mesi se si guida in contesto urbano;
• ogni 80.000 km o 9 mesi se si guida in contesto extraurbano;
• ogni 150.000 km o 12 mesi se si guida per lunghi tratti.

Sapere come pulire il filtro antiparticolato è importante per conservare il sistema in condizioni ottimali. Ecco i passaggi per una pulizia accurata:

1. Liberare il filtro antiparticolato da tutti i detriti utilizzando aria compressa a una pressione massima di 7 bar. Questa operazione va eseguita all’interno di una macchina per la pulizia dei filtri, oppure in un ambiente idoneo e pulito.
2. Scaldare il filtro antiparticolato in forno a 615 gradi celsius, aumentando la temperatura gradualmente e posizionando la parte sporca verso il basso. La procedura serve ad asciugare la fuliggine e aiuta a preservare il filtro.
3. Pulire l’ingresso e l’uscita del filtro con aria, accertandosi che il filtro abbia una temperatura di 40°.
4. Scaldare nuovamente il filtro nel forno per bruciare la fuliggine.
5. Pulire ancora una volta il filtro con l’aria, sempre a 40°.

In alternativa è possibile utilizzare uno degli additivi in commercio, prodotti specifici per la pulizia del FAP che aiutano a rimuovere sporco e incrostazioni. Prima di iniziare il trattamento conviene tuttavia chiedere il parere di un professionista. Il nostro meccanico di fiducia saprà suggerirci come pulire il filtro antiparticolato, garantendo sempre durata e funzionalità.

MOTORI Come pulire il filtro antiparticolato