La macchina compressa diventa una sfera

Ichwan Noor è un artista indiano che crea delle gigantesche sfere perfette utilizzando le auto

La macchina compressa si trasforma in una sfera perfetta. È questo l’aspetto dell’opera di Ichwan Noor, artista indonesiano che ha realizzato “Beetle Sphere“, una creazione composta da 5 Volkswagen Maggiolini che sono stati compressi in una struttura sferica. Il globo è stato realizzato utilizzando le parti di veri maggiolini datati 1953 e combinati con alluminio e poliestere ed ha una grandezza di 180 cm3.

L’idea è stata presentata per la prima volta all’Art Basel di Hong Kong, dove ha ottenuto da subito un grande successo. Secondo gli esperti rappresenterebbe l’interazione fra gli oggetti e il mondo umano, ma soprattutto porterebbe ad una nuova interpretazione dell’auto, cambiandone la percezione.

L’artista indiano non è nuovo a creazioni di questo tipo e già in passato a lavorato su altre auto, modellandole per formare delle sculture cubiche. “L’idea è emersa da una percezione personale verso gli oggetti che sono prodotti di una ‘cultura di trasporto’, che induce sentori e segni di emozione spirituale – ha raccontato Ichwan Noor -. Guardare un veicolo (auto) per ricevere una sensazione di una identità quasi “magica” (soprannaturale). Le sculture vogliono rappresentare l’interazione tra l’uomo e il mondo dell’oggetto, con una forte tensione spirituale che colpisce il subconscio, e che produce un nuovo atteggiamento “animistico”. Unendo le tecniche di manipolazione e di sostituzione, la forma di questa scultura tende verso un distorsione realistica, che permette nuove interpretazioni circa l’oggetto (auto), come un cambiamento nella percezione che crea un significato associativo”.

Noor non è l’unico artista che crea opere d’arte utilizzando le auto. Fra i più famosi Erwin Wurm, che crea le Fat Car, delle auto paffute e obese, per criticare il mondo del consumismo, Marc Cameron, famoso per le “Light Car”, vetture decorate con luci a LED e infine Chris Labrooy, celebre per le sue “auto elastiche”, deformate e allungate in modo impressionante per studiarne l’elasticità.

MOTORI La macchina compressa diventa una sfera