Auguri Semaforo! 103 anni fa nasceva il regolatore che ha cambiato il traffico

Il 5 agosto del 1914, in un incrocio di Cleveland, venne montato la prima lanterna semaforica

Il semaforo, uno degli strumenti più utili per regolare in piena autonomia il traffico e agevolare la circolazione presso gli incroci, compie gli anni. Ben 103. Era il 5 agosto del 1914 quando il prototipo dei semafori venne montato per la prima volta in un incrocio di Cleveland, tra la East 105th Street e la Euclid Avenue. L’American Traffic Signal Company montò proprio in questa città il primo regolatore elettronico del traffico destinato a cambiare il modo di circolare in automobile. Ma l’idea del marchingegno destinato a invadere il corredo urbano di tutto il mondo non venne ideato da un ingegnere dei trasporti, bensì da un vigile urbano che qualche anno prima, esasperato dal traffico crescente che rendeva caotici gli incroci di Salt Lake City, si armò di ingegno e buona volontà per installare un congegno simile, ricavato da una casetta per gli uccelli con l’aggiunta di lampade di segnalazione. Una novità che passò del tutto inosservata, a tratti anche beffeggiata, un vero insuccesso inizialmente, ma che in pochi anni si rivelò una rivoluzione e un grande miglioramento per lo scorrimento del traffico veicolare.

Scavando però nella memoria storica, esperimenti per tentare di automatizzare la regolazione del traffico vennero già fatti nella seconda metà dell’Ottocento in Inghilterra. Nel 1868 a Londra fu installato un regolatore del tutto simile ai moderni semafori: luce verde per muoversi nel traffico e rossa per far fermare i cavalli che trainavano le carrozze. Una grande novità che venne bruscamente interrotta a causa dello scoppio del semaforo: era alimentato a gas, qualcosa andò storto e l’esplosione provocò il ferimento del vigile che stava per azionare il nuovo regolatore, con conseguente smantellamento del marchingegno reputato troppo pericoloso.

La diffusione della più sicura elettricità convinse poi nel 1914 alla prima installazione e al recupero della buona idea. Un’eccezionale intuizione ancora da perfezionare: il brusco cambio di luce dal verde al rosso creò non pochi problemi per automobilisti di inizio secolo che non riuscivano a frenare in tempo, portando più problemi che vantaggi. Pochi anni più tardi Garrett Morgan, un afroamericano che si occupava di sistemi di sicurezza, brevettò l’idea di aggiungere il colore giallo al semaforo, per far rallentare le automobili in attesa dell’imminente accensione del rosso. Un altro grande successo che migliorò un sistema che è rimasto praticamente identico fino ai nostri giorni, a un secolo di distanza.
E in Italia? dove e quando vennero installati i primi regolatori elettronici del traffico? Il primo semaforo fu installato a Milano, prima città in Italia ad avere il regolatore elettronico. Il primo semaforo fu montato presso l’incrocio tra Piazza Duomo, via Orefici e via Torino.

MOTORI Auguri Semaforo! 103 anni fa nasceva il regolatore che ha cambiato il&...